GP Industria & Artigianato

Vittorio Adorni, Franco Bitossi, Felice Gimondi, Roger De Vlaeminck, Francesco Moser, Giuseppe Saronni, Giovan Battista Baronchelli, Dimitri Konyshev, Danilo Di Luca, Vincenzo Nibali... sono solo una piccola parte dei grandi campioni che hanno esultato sul traguardo di Larciano dal 1967 ad oggi, da quando nacque il Circuito di Larciano, che dal 1977 si disputa sotto la denominazione Gran Premio Industria & Artigianato. Una corsa che rappresenta un appuntamento classico del calendario ciclistico nazionale, collocata in questo 2017 nei giorni che metteranno la Toscana davvero al centro del mondo.

Andrà infatti in tandem con l'attesissima Strade Bianche il GP di Larciano, condividendo il fine settimana con l'ex-"Eroica" dei professionisti (al suo esordio nel World Tour), da cui arriveranno diversi protagonisti anche della prova nazionale, valida come terza tappa della Ciclismo Cup 2017. E proprio poco distante da qui, a Lido di Camaiore, partirà il prossimo 8 marzo la Tirreno-Adriatico, a concludere un vero e proprio filotto toscano. Il GP Industria & Artigianato, promosso quest'anno in categoria 1.HC, si porrà pertanto da importante trait-d'union tra due appuntamenti della massima categoria che vedranno convergere grandissimi campioni in una terra che ha fatto da sempre la storia del ciclismo.

Il faro della corsa non potrà che essere Vincenzo Nibali, che a 10 anni dal suo trionfo a Larciano cercherà qui la sua prima vittoria in maglia Bahrain-Merida, affiancato dal terzo classificato dell'anno scorso, Giovanni Visconti. Per i due compagni di squadra siciliani sarà l'occasione per tornare e pedalare insieme sulle strade che li videro scontrarsi spesso negli anni da dilettanti. E proprio tornando a 12 mesi fa, con il numero 1 partirà il vincitore del 2016, l'australiano Simon Clarke, che questa volta dovrebbe correre in appoggio al suo capitano Rigoberto Uran, in una Cannondale che lascerà spazio per giocarsi le proprie carte anche ad Alberto Bettiol. Avrà invece i galloni di capitano il suo predecessore Adam Yates, vincitore a Larciano nel 2014 e oggi leader dell'Orica-Scott, formazione World Tour alla pari della Movistar che schierarerà Nairo Quintana e Daniele Bennati, della UAE-Emirates capitanata da Valerio Conti, della Bora-Hansgrohe e della Katusha di Ángel Vicioso, vincitore nel 2011. Folta è agguerrita è la schiera delle squadre professional, a partire da una Androni Giocattoli particolarmente attiva in questo avvio di stagione, che punterà su Francesco Gavazzi e sul giovane talento Egan Bernal, e da una Wilier-Selle Italia che cercherà di portare Filippo Pozzato al bis dopo il trionfo del 2012. Con loro anche la Gazprom, la Novo Nordisk di Andrea Peron e la Bardiani-CSF di Stefano Pirazzi, Nicola Boem e Edoardo Zardini, oltre a due formazioni continental italiane: Unieuro Trevigiani e Sangemini-MG.Kvis, che attende al debutto il nuovo acquisto Manuel Bongiorno. Completa il quadro dei partecipanti la Nazionale Italiana, con una nuova selezione mista di professionisti e Under23 scelti da Marino Amadori: Eros Capecchi, Nicola Conci, Marco Bernardinetti, Giovanni Carboni, Leonardo Bonifazio, Michele Corradini, Massimo Rosa e Daniel Salvini.

Il percorso si sviluppa lungo 199 chilometri e 200 metri, suddivisi in due circuiti da quattro giri ciascuno (qui una ricognizione completa). Le prime quattro tornate, per 90 chilometri circa, sono a sud-ovest di Larciano, lungo un anello privo di grosse asperità che servirà come riscaldamento in corsa. Dal chilometro 89 si passa ad un secondo circuito, sempre centrato su Larciano, che porterà i corridori a sfidare le note pendenze del San Baronto, salita santuario del ciclismo locale. L'ultimo scollinamento è a soli sei chilometri dal traguardo; resta spazio soltanto per una "picchiata" verso il traguardo, con gli ultimi 1500 metri pressochè rettilinei e pianeggianti.



Il GP Industria & Artigianato di Larciano sarà trasmesso in diretta su Bike Channel domenica 05 marzo dalle 14:30, con il commento di Paolo Savoldelli e Gian Luca Giardini. Interagite con la nostra diretta via Twitter con l'hashtag #AskSavoldelli.


Squadre partecipanti (e principali iscritti, in aggiornamento):
Androni Giocattoli (Francesco Gavazzi, Egan Bernal, Mattia Cattaneo);
Bahrain-Merida (Vincenzo Nibali, Giovanni Visconti, Ramunas Navardauskas);
Bardiani-CSF (Edoardo Zardini, Nicola Boem, Stefano Pirazzi);
Bora-Hansgrohe (Cesare Benedetti, Rüdiger Selig, Andreas Schillinger);
Cannondale (Rigoberto Uran, Alberto Bettiol, Simon Clarke);
Gazprom (Ivan Rovny, Sergey Firsanov, Aleksandr Foliforov);
Movistar (Nairo Quintana, Daniele Bennati, Carlos Alberto Betancur, Adriano Malori);
Nazionale Italiana (Eros Capecchi, Nicola Conci, Giovanni Carboni);
Nippo (Marco Canola, Pierpaolo De Negri, Ivan Santaromita);
Orica-Scott (Adam Yates, Rubén Plaza, Carlos Verona);
Sangemini-MG.Kvis (Manuel Bongiorno);
Katusha (Ángel Vicioso, Maxim Belkov, Tiago Machado);
Novo Nordisk (Andrea Peron, Martijn Verschoor, Javier Megias);
UAE Team Emirates (Valerio Conti, Kristijan Durasek, Przemyslaw Niemiec);
Unieuro Trevigiani (Mihail Mihailov, Simone Ravanelli, Zahiri Abderrahim);
Wilier-Selle Italia (Filippo Pozzato, Matteo Busato, Julen Amezqueta).

Albo d'oro recente:
2007 - 1. Vincenzo Nibali, 2. Franco Pellizotti, 3. Mychajlo Chalilov;
2008 - 1. Eddy Ratti, 2. Francesco Ginanni, 3. Luis Laverde;
2009 - 1. Daniele Callegarin, 2. Gabriele Bosisio, 3. Jackson Rodríguez;
2010 - 1. Daniele Ratto, 2. Miguel Ángel Rubiano, 3. Franco Pellizotti;
2011 - 1. Ángel Vicioso, 2. Giovanni Visconti, 3. Mauro Finetto;
2012 - 1. Filippo Pozzato, 2. Fabio Taborre, 3. Kristijan Đurasek;
2013 - 1. Mauro Santambrogio, 2. Patrik Sinkewitz, 3. Oscar Gatto;
2014 - 1. Adam Yates, 2. Davide Formolo, 3. Francesco Manuel Bongiorno;
2015 - [annullato]
2016 - 1. Simon Clarke, 2. Andrea Fedi, 3. Giovanni Visconti.