Tutti i colori del ciclismo 2017: le World Tour

10.01.2017

Nel fine settimana comincia in Australia la stagione del World Tour 2017. Anticipato dalla tradizionale "criterium" People's Choice Classic, sarà ancora una volta il Tour Down Under a battezzare la stagione del grande ciclismo su strada, e a presentare per la prima volta in corsa i nuovi colori del gruppo. Tra tante conferme e alcune novità, andiamo allora a scoprire le maglie della nuova stagione, colori a cui dovremo abituarci per non perderci nemmeno un dettaglio dei prossimi dieci mesi di corse.

La prima stagione nella storia della categoria a non vedere formazioni italiane al via sarà caratterizzata dall'apertura a nuove frontiere. Due formazioni francesi, tre statunitensi, due tedesche, due belghe, una per Kazakhistan, Bahrain, Sudafrica, Emirati Arabi, Svizzera, Australia, Paesi Bassi, Spagna e Gran Bretagna. Sarà questa la composizione del World Tour che torna a 18 squadre in attesa di una possibile riforma futura.

Delle diciotto squadre al via, l'ultima a svelare i suoi colori è stata la Trek - Segafredo, che dopo aver mostrato solo il kit di allenamento, il 13 gennaio ha svoltato decisamente sul rosso. Chi invece non ha avuto molti problemi a "svelarsi" è chi ha di fatto confermato i colori della stagione 2016. Saranno così pressochè invariate le maglie di AG2R - La Mondiale, Cannondale-Drapac, FDJ (che vestirà italiano con Alè), Lotto-Soudal, Lotto NL-Jumbo e Movistar.

Qualche cambiato forzato dai nuovi sponsor interesserà invece tre team che nel 2017 si presenteranno anche con una denominazione parzialmente rinnovata. La nuova Katusha-Alpecin continua all'insegna di due tonalità di rosso differenti, la Sunweb-Giant conferma il bianco-nero chiaro della maglia estiva del Team Giant, mentre si fa quasi interamente scura la maglia della Orica-Scott. Una piccola modifica per far parte al bianco di un nuovo sponsor interesserà anche la BMC, che con le nuove maniche bianche ha già conquistato i titoli nazionali australiani, sia in linea che a cronometro, con Miles Scotson e Rohan Dennis.

Più sostanziali saranno le novità che interessano quattro formazioni di primissimo piano. La Quick Step ritorna al passato nella scelta del main sponsor e nei colori, con una maglia bianco-blu che riporta ai tempi d'oro di Paolo Bettini, e che accompagnerà l'altro campionissimo del team, Tom Boonen, fino al suo ritiro a Roubaix. E' sempre azzurra la maglia Astana, ma sulle nuove casacche di Fabio Aru e compagni si inseriscono elementi più scuri, con una sfumatura verso il basso sino ai pantaloncini tutti neri. Più scura sarà anche la divisa della Dimension Data, che avrà l'intera parte superiore -spalle comprese- in tinta nera. Il cambio più netto avviene però in casa Sky, dove arriva un nuovo fornitore di abbigliamento (Castelli). Elia Viviani e compagni continueranno a vestire di nero, con gli inserti azzurri e bianchi che diminuiranno in percentuale ma andranno a comporre una sorta di codice morse in cui tutte le piccole linee orizzontali rappresenteranno le vittorie raggiunte dalla formazione britannica in questi anni.

Ultime in elenco ma prime per novità sono le tre new entry del World Tour, nuovi ingressi a diverso titolo. La Bora-Hansgrohe debutta nella massima serie ma ha già una storia solida alle spalle, il suo rinnovamento però è talmente drastico che è come se ripartisse da zero, con l'ingaggio di Peter Sagan e una nuova dimensione ciclistica. La maglia sarà sempre nera, con inserti bianchi e celesti, anche se la divisa Bora più visibile quest'anno sarà la maglia iridata del campione slovacco. Anche il team UAE Abu Dhabi è figlio di una lunga storia, infatti altro non è che la vecchia Lampre: abbandonata l'Italia e fallito il progetto cinese, Beppe Saronni è riuscito a salvare la squadra grazie al finanziamento degli emiri. La nuova casacca ha colori completamente diversi, optando per un disegno molto classico e semplice, indubbiamente ben riuscito, con il tricolore degli Emirati che si staglia sullo sfondo bianco-nero ispirato alla "skyline" di Abu Dhabi. A latitudini non distanti nasce il team Bahrain-Merida di Vincenzo Nibali. Anche in questo caso i "colori sociali" sono quelli della bandiera dello stato-sponsor: un rosso vivo che stacca in maniera molto efficace con le maniche blu e il logo al centro.

Tutti i colori vecchi e nuovi del gruppo ve li proponiamo oggi in una gallery fotografica, un primo modo per familiarizzare con le maglie che vedremo in strada già a partire da questo fine settimana. Il primo appuntamento sarà il Tour Down Under, che segna anche l'avvio della stagione su strada di Bike Channel. La criterium inaugurale People's Choice Classic sarà trasmessa in diretta domenica 15 gennaio a partire dalle 09:45 di mattina, con telecronaca di Paolo Savoldelli e Gianluca Giardini. Il Tour Down Under andrà in onda invece in differita ogni giorno a partire da martedì 17 gennaio alle ore 15.