Canyon punta sui freni a disco

19.12.2016

L'applicazione della tecnologia dei freni a disco sulle bici da strada è un tema di discussioni accese ormai da anni. Diversi standard si sono susseguiti, così come numerose sono state le valutazioni da parte dei corridori sugli impatti positivi e negativi dell'introduzione dei freni a disco nelle bici da corsa e nel ciclismo su strada in generale.

Canyon ha cominciato a lavorare sul potenziale di questa tecnologia sin dal 2006 con Projekt 6.8, un progetto basato su un sistema frenante idraulico in grado di rispettare i limiti di peso imposti dall'Unione Ciclistica Internazionale. Dieci anni dopo, l'azienda tedesca ha raggiunto un punto di svolta. Ora si parla di una tecnologia realmente applicata, non più di casi studio. Nel giugno 2016, Canyon ha lanciato la Endurace CF SLX, il primo esempio di come l'azienda tedesca interpreta l'uso dei freni a disco su bici da strada.

Oggi questa tecnologia diventa disponibile sull'intera gamma strada di Canyon. Tutti i nuovi modelli di Aeroad CF SLX, Ultimate CF SLX, Ultimate CF SL, Endurace CF SLX ed Endurace CF SL aggiungeranno alle proprie elevate performance le qualità uniche di frenata che solo i sistemi a disco possono offrire. La creazione di una gamma completa di bici da corsa equipaggiate con freni a disco non è stata una semplice questione di adattamento dei disegni pre-esistenti. Ogni modello è stato di fatto riprogettato da zero e testato approfonditamente da corridori professionisti, per arrivare a garantire gli stessi standard di guidabilità che hanno reso le bici Canyon famose in tutto il mondo.

Una panoramica completa della gamma strada Canyon con freni a disco è visibile sul sito canyon.com

Maggiori info