Ecco la Tirreno-Adriatico 2017

15.12.2016

Nell'affascinante scenario del Teatro dell'Olivo di Camaiore (Lucca) è stata presentata la Tirreno-Adriatico 2017, la corsa dei due mari giunta alla 52esima edizione. Una presentazione che è stata omaggiata dalla presenza di Paolo Bettini, oro olimpico e due volte iridato che nella "corsa dei due mari" ha saputo togliersi diverse soddisfazioni in carriera, vincendola nel 2004 in maglia Quick Step e aggiundicandosi ben sette tappe in nove partecipazioni.

La partenza è fissata da Camaiore, come da due anni a questa parte e come avverrà fino al 2020. Un accordo nato sulla scia del Gran Premio di Camaiore, semiclassica estiva del ciclismo italiano svoltasi sino al 2014, per poi passare la mano alla partenza della "corsa dei due mari". E come è ormai un'abitudine saranno le prove a cronometro ad aprire e chiudere la corsa: una crononosquadre d'apertura l'otto marzo a Camaiore, una crono individuale per concludere il 14 a San Benedetto del Tronto.

La prova contro il tempo a squadre sarà di 22 chilometri e si svilupperà quasi interamente sul lungomare: se il vento non ci metterà lo zampino sarà una corsa velocissima, disputata su lunghi rettilinei e con quattro curve soltanto. Da Camaiore si partirà subito verso gli Appennini, con una frazione accidentata fino a Pomarance, adatta a colpi di mano o volate ristrette. I velocisti puri potranno rifarsi il giorno successivo, con i 204 chilometri che porteranno a Montalto di Castro, da cui partirà la quarta tappa destinata a rivelarsi decisiva. Sabato 11 marzo si arriva infatti in cima al Terminillo, a Campoforogna, e si torna sul luogo di una delle più belle imprese degli ultimi anni, la vittoria sotto il nevischio di Nairo Quintana nel 2015.

Un'altra tradizione ormai consolidata della Tirreno-Adriatico è la presenza di una tappa sui muri delle Marche, una regione ideale per chi ama pedalare. In questa edizione però non saranno i muri i protagonisti della tappa, ma saranno i cittadini delle zone terremotate che domenica 12 marzo riceveranno la visita del grande ciclismo, in una tappa che attraverserà Amatrice, Accumuli e Pescara del Tronto prima di concludersi nel durissimo circuito di Fermo. I velocisti sopravvissuti all'attraversamento appenninico avranno pane per i loro denti nella Ascoli Piceno - Civitanova Marche, ultima tappa in linea prima della mini-crono individuale, di soli 10 chilometri, che assegnerà il tridente al vincitore della 52esima Tirreno-Adriatico, aggiungendo un nuovo nome a un albo d'oro che si fa sempre più prestigioso, anno dopo anno.


Le tappe:
Mercoledì 08 marzo. 1ª tappa: Lido di Camaiore (cronometro a squadre) [22.7 km]
Giovedì 09 marzo. 2ª tappa: Camaiore - Pomarance [228 km]
Venerdì 10 marzo. 3ª tappa: Monterotondo Marittimo - Montalto di Castro [204 km]
Sabato 11 marzo. 4ª tappa: Montalto di Castro - Terminillo (Campoforogna) [171 km]
Domenica 12 marzo. 5ª tappa: Rieti - Fermo [209 km]
Lunedì 13 marzo. 6ª tappa: Ascoli Piceno - Civitanova Marche [168 km]
Martedì 14 marzo. 7ª tappa: San Bendetto del Tronto (cronometro individuale) [10.1 km]

Albo d'oro recente:
2007 - 1. Andreas Klöden, 2. Kim Kirchen, 3. Aleksandr Vinokurov;
2008 - 1. Fabian Cancellara, 2. Enrico Gasparotto, 3. Thomas Lövkvist;
2009 - 1. Michele Scarponi, 2. Stefano Garzelli, 3. Andreas Klöden;
2010 - 1. Stefano Garzelli, 2. Michele Scarponi, 3. Cadel Evans;
2011 - 1. Cadel Evans, 2. Robert Gesink, 3. Michele Scarponi;
2012 - 1. Vincenzo Nibali, 2. Chris Horner, 3. Roman Kreuziger;
2013 - 1. Vincenzo Nibali, 2. Chris Froome, 3. Alberto Contador;
2014 - 1. Alberto Contador, 2. Nairo Quintana, 3. Roman Kreuziger;
2015 - 1. Nairo Quintana, 2. Bauke Mollema, 3. Rigoberto Urán;
2016 - 1. Greg Van Avermaet, 2. Peter Sagan, 3. Bob Jungels.