Al Koppenberg il ciclocross incontra i muri

28.10.2016

I muri delle Fiandre non sono protagonisti del ciclismo soltanto a primavera. Probabilmente la loro fama ci è giunta grazie alle grandi classiche del ciclismo su strada, certo, ma tra i fiamminghi, che il ciclismo lo amano e lo vivono 365 all'anno, queste cicatrici di pavè che si arrampicano sulle colline ardennesi sono teatro di parecchie altre sfide. A partire, ovviamente, dal grande ciclocross.

Dopo la tappa di Coppa del Mondo di Valkenburg di settimana scorsa, sviluppata intorno a una delle più celebri côtes delle Ardenne, il Cauberg, nel giorno di Ognissanti i campioni del cross tornano in Belgio a sfidare uno dei più celebri muri fiamminghi. Il Koppenberg è probabilmente il muro più duro e affascinante del Giro delle Fiandre, uno dei pochi dove ancora capita di vedere i corridori mettere piede a terra, respinti dal suo pavè e dalle sue pendenze, così come sono migliaia ad affrontare a piedi il muro di Oudenaarde durante la prova amatoriale.

Per questa edizione, la prova è stata completamente rivoluzionata, cambiando il punto di partenza e soprattutto di arrivo. I corridori partiranno infatti giusto ai piedi del Koppenberg, da lì pedaleranno sul pavè per la prima parte del muro per poi girare a destra e imboccare il circuito e le contropendenze nei campi. A 100 metri dalla vetta i corridori torneranno sul muro per percorrerne l'ultimo -durissimo- tratto in pavè e poi gettarsi in discesa tra i campi lungo un tracciato completamente nuovo (modificato a causa di screzi con il padrone del terreno, anche in Belgio può accadere). Il traguardo finale sarà posto proprio in vetta, rendendo ancora più difficile un eventuale sprint.

Il Koppenbergcross, noto anche come GP Willy Naessens, è una delle prove più difficili e amate della stagione, sostenuta da un pubblico numeroso e caldissimo (in alcune edizioni si sono registrati oltre 15mila spettatori) che si sgola per tutto il pomeriggio, per poi riversarsi verso le birrerie del centro di Oudenaarde per la grande festa finale. Una festa che si è spesso celebrata nel nome del più grande di sempre, Sven Nys, che da queste parti ha firmato alcune delle sue imprese più grandi, con ben nove vittorie in quella che lui stesso ha sempre definito la sua gara preferita della stagione.

Dopo le corse di inizio stagione, spesso caratterizzate da climi caldi e asciutti, il Koppenbergcross segna da sempre l'inizio di novembre e della vera stagione invernale del fango. Per quest'anno il clima è atteso ancora asciutto, ma anche su un terreno meno pesante non mancherà lo scontro tra i protagonisti della stagione: Wout Van Aert e Mathieu van der Poel, con un manipolo di outsider alle loro spalle composto da Lars van der Haar, Tom Meeusen, Kevin Pauwels, Laurens Sweeck e Michael Vanthourenhout. Tra le donne occhi puntati sull'iridata Thalita de Jong e sulla favoritissima Sanne Cant, con Jolien Verschueren a sfidarle nella sua corsa di casa.




 
Il Koppenbergcross di Oudenaarde, seconda tappa del DVV Trofee, sarà trasmesso in diretta esclusiva su Bike Channel - canale Sky 214, martedì 1° novembre dalle 13:45. Interagite con il nostro live via twitter con l'hashtag #AskBikeChannel. 


Albo d'oro recente
Uomini élite:
2005 - 1. Sven Nys, 2. Bart Wellens, 3. John Gadret;
2006 - 1. Sven Nys, 2. Richard Groenendaal, 3. John Gadret;
2007 - 1. Sven Nys, 2. Bart Wellens, 3. Zdeněk Štybar;
2008 - 1. Sven Nys, 2. Lars Boom, 3. Niels Albert;
2009 - 1. Sven Nys, 2. Niels Albert, 3. Klaas Vantornout;
2010 - 1. Sven Nys, 2. Niels Albert, 3. Kevin Pauwels;
2011 - 1. Kevin Pauwels, 2. Sven Nys, 3. Zdeněk Štybar;
2012 - 1. Sven Nys, 2. Niels Albert, 3. Klaas Vantornout;
2013 - 1. Tom Meeusen, 2. Kevin Pauwels, 3. Klaas Vantornout;
2014 - 1. Wout van Aert, 2. Sven Nys, 3. Kevin Pauwels;
2015 - 1. Wout van Aert, 2. Kevin Pauwels, 3. Lars van der Haar.
Donne élite:
2005 - 1. Daphny van den Brand, 2. Reza Hormes-Ravenstijn, 3. Veerle Ingels;
2006 - 1. Marianne Vos, 2. Reza Hormes-Ravenstijn, 3. Daphny van den Brand;
2007 - 1. Daphny van den Brand, 2. Reza Hormes-Ravenstij, 3. Veerle Ingels;
2009 - 1. Pavla Havliková, 2. Helen Wyman, 3. Sophie de Boer;
2010 - 1. Helen Wyman, 2. Sanne Cant, 3. Sanne van Paassen;
2011 - 1. Sanne Van Paassen, 2. Helen Wyman, 3. Nikki Harris;
2012 - 1. Helen Wyman, 2. Nikki Harris, 3. Sanne Cant;
2013 - 1. Helen Wyman, 2. Sanne Cant, 3. Nikki Harris;
2014 - 1. Sophie de Boer, 2. Jolien Verschueren, 3. Nikki Harris;
2015 - 1. Jolien Verschueren, 2. Femke Van Den Driessche, 3. Nikki Harris.




Filippo Cauz