Parte dalla Croazia l'avventura del Team Bahrain

27.10.2016

E' una squadra a più anime quella che sta nascendo intorno a Vincenzo Nibali in queste settimane: un po' italiana, un po' bahrainita, un po' slovena. Ma è dall'Istria che parte la sua avventura, con la presentazione ufficiale e il primo ritiro nei pressi di Porec/Parenzo.

Il Bahrain Merida Pro Cycling Team è stato presentato pubblicamente ieri, dopo l'arrivo di Vincenzo Nibali e Valerio Agnoli che avevano assistito al lancio del Giro 2017 a Milano, nella sala conferenze dell'Hotel Valamar, che ospita il ritiro in Croazia. I corridori sono stati introdotti uno per volta, in un'atmosfera rilassata come si conviene dopo due giorno di ritiro tutti insieme. Assenti giustificati erano gli atleti provenienti dalla Lampre, che raggiungeranno i compagni solo alla scadenza del contratto con il team blu-fucsia. Insieme ai componenti della squadra sono stati presentati anche i tre nuovi modelli strada e crono che il colosso taiwanese Merida fornirà ai corridori nella prossima stagione.

A fare da anfitrione è stato il team manager Brent Copeland, un altro acquisto proveniente da un'esperienza in casa Lampre. Il sudafricano sarà a capo di uno staff che includerà anche lo sloveno Gorazd Štangelj (direttore sportivo) e Paolo Slongo (preparatore). "Abbiamo costruito tutto negli ultimi mesi, con il supporto del Regno del Bahrein e di Merida, ed ora è molto emozionante essere qui fisicamente. C'è ancora molto da fare, ma possiamo già dirci orgogliosi", sono le parole con cui Copeland ha accolto il pubblico. "L'obiettivo ora non è tanto sui risultati immediati, ma sul dimostrare che questo progetto ha una buona immagine e una buona organizzazione. Se lavoriamo su questi due aspetti primari, i risultati verranno di conseguenza. L'altro obiettivo è di mettere il Bahrein sulle mappe, in termini di turismo e società. Vogliamo mostrare la qualità della vita in Bahrein, e speriamo presto di avere in squadra anche un corridore del paese, seguendo il fantastico esempio di quanto fatto dalla MTN con il ciclismo africano".

Ad accompagnare lo staff della squadra e capitan Nibali c'erano ovviamente tutti gli altri grandi acquisti del team, a partire da Joaquim Rodríguez, che ha rinviato il suo ritiro convinto da questo nuovo progetto. Con loro c'erano nomi importanti come Jon Izagirre, Ramunas Navardauskas, il vincitore dell'Amstel Gold Race Enrico Gasparotto, Giovanni Visconti, Heinrich Haussler e Sonny Colbrelli. Prima del "rompete le righe" per questo primo appuntamento conoscitivo (a pedalare seriamente si comincerà, sempre da queste parti, a inizio dicembre) i nuovi compagni di squadra si sono esibiti in una serie di sfide olimpioniche: prima a calcetto e poi a basket, per concludere il tutto con un tuffo in piscina. Un avvio scherzoso e divertente per una nuova esperienza che punta ad entrare nel ciclismo e fare sul serio, da subito.

Questo l'elenco completo dei corridori ingaggiati dal Bahrain Merida Pro Cycling Team per la stagione 2017:
Valerio Agnoli, Yukiya Arashiro, Manuele Boaro, Grega Bole, Niccolò Bonifazio, Borut Božič, Feng Chun-Kai, Ondrej Cink, Sonny Colbrelli, Ivan Cortina, Enrico Gasparotto, Tsgabu Grmay, Heinrich Haussler, Jon Ander Insausti, Jon Izagirre, Javi Moreno, Ramunas Navardauskas, Antonio Nibali, Vincenzo Nibali, Domen Novak, David Per, Luka Pibernik, Joaquim Rodríguez, Kanstantin Siutsou, Giovanni Visconti.