Vigorelli, un altro passo verso il rilancio

28.06.2016

Trenta anni più tardi, Francesco Moser è tornato in sella alla storica bici del suo record dell'ora e si è messo a pedalare sulle magiche assicelle del Velodromo Vigorelli. Una notizia che sembra uscita dalla macchina del tempo e invece è la splendida realtà cui si è potuto assistere nella mattinata di ieri a Milano.
 
In una giornata baciata dal sole, il Velodromo Vigorelli ha vissuto la sua seconda inaugurazione in meno di un mese, e benchè al completamento dei lavori manchi ancora parecchio tempo, la vitalità di questa pista restaurata è già lampante. Merito della tenacia del Comitato Velodromo Vigorelli, che ha saputo salvare questo pezzo di storia del ciclismo che giaceva abbandonato e snobbato dagli stessi enti che avrebbero dovuto tutelarlo, e merito di Citylife, il mega-progetto edilizio che sta ridisegnando l'adiacente area della vecchia Fiera e che ha fornito al Comune di Milano fondi ed esperienza per portare al completamente questo restauro.
 
Un completamento che arriverà ancora tra diverso tempo: alla pista mancano solo le ultime limature e il passaggio finale con l'impregnante, poi seguiranno due mesi di interventi sul campo da football americano (le cui squadre hanno tenuto vivo l'impianto negli ultimi 15 anni), sulle fasce di riscaldamento e sul sottopassaggio, quindi inizieranno quasi due anni di lavori per dare una nuova vita alle aree interne: spogliatoi, magazzini, officine meccaniche, sala stampa, palestra... nei progetti preliminari si parla anche di un'area bar e di un piccolo museo storico. Nell'attesa però il Vigorelli non resterà fermo: già dall'autunno la pista riaprirà grazie all'installazione di spogliatoi temporanei, tanto che la grande sfida che aspetta l'impianto è quella del progetto di gestione, che sarà uno dei primissimi punti dell'agenda della nuova assessora allo sport del Comune di Milano Roberta Guainieri, insediatasi proprio ieri mentre al Vigorelli giravano le bici in questo spettacolare collaudo.
 
Tanti campioni ma anche gruppi di giovani ciclisti si sono alternati dietro a derny e stayer in questa nuova pagina della lunga storia del Vigorelli. Con le giovanissime ragazze del team piacentino VO2 Pink, i ragazzi della Ciclistica Trevigliese (tra cui il neo-campione italiano della velocità junior Paolo Castelli) e il pistard Manuel Cazzaro che si sono idealmente dati il cambio con alcuni volti storici del nostro ciclismo: oltre a Moser infatti sono saliti in sella l'olimpionico Marino Vigna, un entusiasta Gianni Motta e la record-woman Rossella Galbiati, mentre a centro pista si scorgevano Domenico De Lillo, Sante Gaiardoni, Beppe Saronni, Ernesto Colnago e Dino Zandegù
 
Una giornata di festa cui abbiamo assistito con le nostre telecamere e che vi racconteremo anche in tv su Bike Channel, nella speranza che presto le inaugurazioni lascino spazio al ciclismo pedalato, quello che in oltre 80 anni ha scritto la sua storia in questo impianto unico.




(foto di Havas PR)