Bici-boom, nuovi numeri

28.05.2014

Cicloturismo e piste ciclabili rappresentano il futuro per lo sviluppo della bicicletta in Italia e in Europa.
 
La bici per un mondo sostenibile, la bici per sentirsi più liberi, la bici per dare ossigeno all’economia. I numeri sono tutti dalla parte del mezzo a due ruote, la cui industria è tra le migliori in assoluto. In Europa la stima del valore annuo generato dalle bici ammonta a quasi 11 miliardi di euro, e addirittura in Italia la produzione di biciclette è cresciuta del 22 per cento. Statistiche particolarmente rilevanti e che consentono di guardare in avanti con fiducia.
 
Fra le arterie di maggior sviluppo c’è senza dubbio il cicloturismo, che nel 2012 ha generato circa 45 miliardi di euro (di cui 9 nella sola Germania), con oltre 2 milioni di viaggi e 20 milioni di pernottamenti. Tedeschi e britannici sono quelli che praticano maggiormente il cicloturismo, ma le mete più gettonate sono Francia e Austria. E l’Italia? Il punto di riferimento è la provincia di Trento, che dei ricavi attorno ai 100 milioni di euro annui grazie ai 400km di piste ciclabili disseminati sul territorio.
 
Sul nostro paese abbiamo circa 17mila km di piste ciclabili, il che significa che potremmo produrre un giro di denaro superiore ai 3 miliardi di euro, tarando verso il basso il dato di Trento. La voglia, la predisposizione e le idee non mancano. Ora serve solo un po’ più di velocità e speranza.
 
Luca Gregorio