E-bike, è boom di nuovi modelli!

04.12.2015

Per i più conservatori (compreso chi vi scrive) la bici elettrica è una specie di demone. Ma il ragionamento non può certo escludere i vantaggi che questo mezzo porta a chi, per i motivi più svariati, decide di comprarsene una. Limiti fisici, limiti anagrafici o semplice voglia di comodità sono giustificazioni sufficienti per chi decide di optare per una e-bike che, almeno in termini di eco-sostenibilità, è sempre meglio che girare in macchina o in moto. Detto questo, il mercato sta proponendo sempre più modelli "a pedalata assistita". Diamo un'occhiata ai principali. O meglio, a quelli che hanno fatto più parlare di sè:

Piaggio Wi-Bike: innovativa per più ragioni, a cominciare dal fatto che motore, batteria e qualsiasi altro componente è integrato al disegno del telaio (e non aggiunto in seguito). Il telaio è in alluminio, ma il vero punto di forza riguarda la connettività. Tramite Bluetooth, infatti, la bici Piaggio può essere connessa allo smartphone e con l'app apposita sono disponibili tutti i dati delle vostre pedalate, ma soprattutto le regolazioni tecniche. E' possibile impostare direttamente il funzionamento del motore e il suo grado di assistenza. Sono 3 le modalità di erogazione:City, Hill e Standard. Il prezzo? Dovrebbe aggirarsi attorno ai 2500 euro.[1;45]

Italjet: ha creato diversi modelli, ma tre sono i principali. Il primo è Ascot, di ispirazione motociclistica e con pezzi creati a mano. Anche questo è un telaio in alluminio, con batteria al litio che si ricarica in massimo 4 ore. Non ha un prezzo abbordabile, perchè si sfiorano i 4000 euro. Il secondo è DiablOne, con pneumatici a larga sezione e soluzioni tecniche di rilievo (prezzo attorno ai 3000 euro). Il terzo, infine, è Angel, con manopole e selle sempre in pelle e la presenza di un curioso claxon elettronico (2900 euro).[2;45]

Carter: questa e-bike vuole essere amica dell'ambiente, ma al contempo ricalca la tradizione italiana nel design. E' un buon mix di soluzioni tecniche innovative, senza perdere però di vista il lato estetico. Particolari sono i cerchi a 5 razze, che richiamano i motorino degli anni 80 e 90. Il vero fiore all'occhiello è la scocca monoblocco in ABS, facilmente sostituibile e in diverse colorazioni. E' un prodotto di alta gamma e si parte da 3200 euro. (foto di copertina)

Fra gli altri nomi da tenere d'occhio, anche se qui non li approfondiamo, ci sono Falctron, Fantic Motor ed Ekletta, che propone sul mercato modelli a partire da 890 euro.

Un'ultima cosa: nel 2014, in Europa, sono state vendute oltre 1mln di bici elettriche, di cui oltre 50mila in Italia, paese leader a livello di produzione. Per molti analisti il 2016 sarà l'anno decisivo per il boom delle e-bike. Noi aspettiamo, curiosi, alla finestra...

Luca Gregorio