Domenica 18 ottobre la Cyclocross World Cup fa tappa sul Cauberg, in diretta su Bike Channel

13.10.2015

Arriva il freddo, e con esso la stagione del Ciclocross entra finalmente nel vivo. Dopo la sua prima volta assoluta fuori dai confini europei, nella prima prova di Las Vegas andata in scena lo scorso 17 settembre, torna la Cyclocross World Cup. E lo fa con il botto. Domenica 18 ottobre si fa tappa in Olanda, nella storica cornice di Valkenburg. Dove il ciclocross, ed il ciclismo in generale, sono una religione, e dove i corridori pedaleranno tra due suggestive mura di folla.

E Bike Channel ci sarà, in prima fila per raccontarvi in diretta le emozioni sul Cauberg, una collina che è già nel mito delle due ruote, doppiamente evocativa perché ogni anno ospita l’arrivo dell’Amstel Gold Race. Alle 13.20 LIVE, la prova femminile. A seguire, alle 14.50, sempre in diretta su Bike Channel, toccherà agli uomini. Quello di Valkenburg è un percorso per corridori esplosivi, ricco di salite, brevi ma toste. E’ stato disegnato consultando l’ex progettista Adrie Van der Poel, e vedrà alternarsi tratti di guida su erba, strada asfaltata e boschi, sempre con pendenze di livello importante che faranno selezione. L’Italia riparte dalla biker di Appiano Eva Lechner, che nella prima prova di Las Vegas ha chiuso al secondo posto alle spalle di Katerina Nash. Tra gli uomini invece, continua il dominio di Wout Van Aert che dopo il successo a Vegas ha collezionato altre quattro vittorie, l’ultima al Bpost Bank Trofee Ronse 2015.


Ma il profilo altimetrico della tappa di Cyclocross World Cup di Valkenburg potrebbe far impallidire chiunque, Van Aert compreso. Su indicazione del CT Franco Scotti, Davide Cassani ha convocato otto atleti per la trasferta olandese: Alice Maria Arzuffi (Selle Italia Guerciotti Elite), Michele Bassani (Work Service Brenta), Gioele Bertolini (Selle Italia Guerciotti Elite), Nadir Colledani (Trentino Cross-Selle Smp), Jakob Dorigoni (Team Südtirol Asd Campana Imballagg), Antonio Folcarelli (Promo Cycling), Eva Lechner (Centro Sportivo Esercito) e Stefano Sala (Selle Italia Guerciotti Elite).

Alberto Coriele