Politiche per la mobilità ciclistica? Le vogliono il 76,7% degli italiani

14.07.2015

Indagine ISFORT maggio 2015: il 76,7% degli intervistati chiede politiche di sostegno alla mobilità ciclistica. Tra i giovani e gli studenti la percentuale supera l’80. Il 63% degli intervistati sarebbe disponibile ad usare la bicicletta almeno 2 o 3 volte alla settimana se potesse disporre di più percorsi ciclabili.

L’ISFORT (Istituto Superiore di Formazione e Ricerca per i Trasporti) in una sua recente indagine statistica (Audimob del maggio 2015) rileva che se l’84% degli intervistati è favorevole ad investimenti pubblici e politiche di sostegno per favorire ed incentivare l’uso del mezzo pubblico, ben il 76,7% lo è per la mobilità ciclistica.

Lo stesso studio rileva che il 52% sono favorevoli allo sviluppo del Bike Sharing.
Interessante notare che tra i giovani chi sostiene l’incentivazione dell'uso della bicicletta supera l’80%.
Che la bicicletta, vissuta come mezzo di trasporto quotidiano, abbia finalmente conquistato molti giovani e studenti (e che addirittura faccia tendenza!) era ormai abbastanza chiaro "ad occhio" ma questa ricerca ne costituisce un'ulteriore conferma.

L’analisi dei dati si sposta poi sui motivi che spingerebbero gli italiani ad utilizzare in maniera un po’ più sistematica modalità di trasporto alternative all’uso del mezzo privato.  La domanda è  stata: “Qual è la condizione più importante che La porterebbe ad utilizzare la bicicletta almeno 2 o 3 volte la settimana?”.  Solo il 37% degli intervistati ha dichiarato che non sarebbe disposta ad usare la bicicletta, mentre i potenziali utenti della bicicletta (il 63%) indicano come primaria la richiesta di disporre di più percorsi ciclabili (77,1%).

L’indagine è veramente interessante, anche per quel che riguarda i mezzi pubblici ed altre modalità di trasporto. La potete trovare nel sito dell'ISFORT http://www.isfort.it/sito/statistiche/Fermate_audimob/Testi_fermate/F22_Incentivi.pdf

Fonte: Fiab.it