In tandem da Piacenza a Roma

13.10.2014

Lungo la via Francigena, da Piacenza a Roma. E' il viaggio, o meglio, l'avventura, di due coppie di amici che tra tanti interessi comuni hanno anche quello della bicicletta e da qualche anno più precisamente del tandem mountain bike.

Questa passione comune li ha spinti ad organizzare ogni anno un tour che, dopo il Danubio, la Provenza, il Trentino e la Toscana, quest'anno li ha portati sulle strade della Via Francigena, da Piacenza alla capitale. Come sempre il tour viene studiato con largo anticipo, seguendo sempre le stesse regole: completamente autonomi con bagagli al seguito, pernottamento prenotato dalla partenza e grande attenzione alla cena, che dopo le fatiche della giornata deve assolutamente gratificare il palato. Il viaggio, iniziato lo scorso 20 luglio, è durato complessivamente 12 giorni, percorrendo 662 km, che sono quota parte del tragitto dei pellegrini che univa Canterbury con Roma sin dal Medio Evo. Per dormire nessun problema grazie alla miriade di ospitali presenti su tutto il tracciato. Questa è una delle esperienze più intense del viaggio... dormire ospitati in conventi, magari mangiando con i frati e incontrando altri pellegrini provenienti da tutto il mondo. Un'esperienza veramente unica. Non dimenticate di richiedere la Credenziale che, debitamente timbrata ad ogni tappa, permetterà di ritirare il Testimonium direttamente in S. Pietro per certificare l'esperienza fatta. Il percorso, fatto su ciclabili, strade bianche e un po' d'asfalto, è entusiasmante. Impegnativo e in alcuni casi faticoso, ripaga sempre con la varietà del territorio che si attarversa e le città che si incontrano. Dopo il faticoso Passo della Cisa, si raggiunge Lucca, poi S.Gimignano, Siena, S.Quirico d'Orcia, Viterbo ed infine Roma. In Toscana si percorrono anche alcuni km di un altro tracciato mitico, L'Eroica. Insomma, percorrere la via Fracigena fortifica il corpo e lo spirito, senza sperò rinunciare a una cucina sublime, vini eccezionali e scorsi paesaggistici fantastici. E' sicuramente un'esperienza da provare unica, che si concretizza in maniera piena quando si giunge in piazza S. Pietro.
Massimo Antonella & Fabrizio Lorena