Gf Istria, sole e divertimento nella terza edizione

09.10.2014

Oltre mille ciclisti, dai pro ai bambini, hanno preso parte all'evento ciclistico amatoriale più importante della Croazia.

 

Non potevano esserci condizioni migliori alla terza edizione dell’Istria Granfondo di Umago: sole, temperatura mite e tanti ciclisti provenienti da 10 diverse nazioni. Il successo è stato dato anche dall’insieme di panorami marini e collinari: proprio la zona di partenza-arrivo è a due passi dal mare, in un’area deputata allo sport (APT Stadium) dove si svolge da 20 anni il torneo di tennis dei professionisti e dove tutto l’anno giocatori di ogni categoria si cimentano sui campi con vista mare. Per tutto il week-end l’area è stata trasformata in un expo-ciclo e centro iscrizioni. Nella vicina Novigrad invece è andata in onda la pedalata per bambini e famiglie: ancora l’area di arrivo e partenza era sul mare, nell’ampio giardino dell’Hotel Laguna dove quasi 200 persone hanno banchettato al termine della rilassata pedalata fra vigne e ulivi dell’entroterra istriano. Grazie alla felice ubicazione più che un pasta-party è sembrato un pranzo estivo, con gli chef dell’hotel a servire pasta appena sfornata e tipicità istriane cucinate dall’hotel ospite.

 

La pedalata della domenica ha avuto il suo naturale svolgimento, con tanti agonisti, che non hanno avuto molto tempo per rimirare il panorama dall’alto delle colline raggiunte, fino ai pedalatori più pacati che invece hanno potuto apprezzare i vari ristori allestiti con prodotti tipici, dagli strudel ai formaggi. Il vincitore del percorso lungo (161 km) è stato il giovane professionista croato Matija Kvasina che ha preceduto di un solo minuto un terzetto italiano (Alessandro Bertuola, Enrico Zen, Matteo Bordignon). Solo 7° il pro croato Emanuel Kiserlovski, vincitore nel 2012 e fratello del notissimo Robert. Alla partenza anche l’ex campione croato e pro in diverse squadre italiane Vladimir Miholjević che ha però preferito il percorso breve.

 

Durante la Granfondo si sono svolti nell’area dell’ATP Stadium diversi eventi dedicati ai bambini e degli spettacoli di ciclismo acrobatico. Questo ha permesso a diverse famiglie, dopo la pedalata di sabato, di partecipare anche alla festa della domenica con alcune che mettevano in pista 3 generazioni di ciclisti.

Sauro Scagliarini