Record a 76 anni. Gio Batta, un mito

27.05.2014

La bicicletta l’ha conosciuta a 50 anni. Tardi. Ma oggi Gio Batta Persi, 76enne genovese, di km ne ha percorsi più di 400mila (un record). Che significa dieci volte il Giro del Mondo e significa una distanza addirittura superiore a quella che separa la Terra dalla Luna.

Fra gare, record e allenamenti la bicicletta è ormai diventata la sua migliore amica. La carta d’identità non è più quella di un giovincello, ma la tenacia, la passione e la voglia sono superiori forse a quella di tanti giovani. Un mostro. Perchè? Intanto per i record che ha stabilito: nel 2009 ha cominciato firmando il record italiano sull’ora over 70; nel novembre 2011 record mondiale sui 10km e un anno più tardi quello addirittura sui 100km; il 26 ottobre scorso, poi, l’ultima impresa con il record mondiale sull’ora over 75 coprendo una distanza di 36km e 805metri.
 
Insomma, Gio Batta è un fenomeno. E non è ancora sazio. Prossimo obiettivo? Scalare tutte le vette che hanno fatto la storia del Giro d’Italia e del Tour de France. Perchè fra le sue passioni c’è sempre stata la salita. Incarnata alla perfezione dal suo mito Marco Pantani.
 
Per il “vecchio” Gio non esiste un giorno senza salire sulla propria bicicletta. Questione di costanza. O di amore. O di sana follia. A prescindere dalle condizioni meteo. Dopo un’infanzia e un’adolescenza vissuta fra atletica e pallone e costanti problemi di pubalgia, ecco sbocciare l’amore per la bicicletta. Sconfinato, impossibile da descrivere. E capace di fargli fare cose impensabili per molti di noi.

Luca Gregorio

Documenti Allegati