Laigueglia, un Trofeo di prestigio

10.02.2017

Si correrà domenica 12 febbraio il 54° Trofeo Laigueglia, prova di inizio stagione del calendario italiano che può vantare un albo d'oro di prestigio assoluto. Dal primo vincitore Guido Neri alla fucilata di Andrea Fedi nel 2016, nella cittadina del ponente ligure hanno esultato campioni del calibro di Eddy Merckx, Franco Bitossi, Michele Dancelli, "Gibi" Baronchelli, Freddy Maertens, Roger De Vlaeminck, Giuseppe Saronni, Rolf Sørensen, Pascal Richard, Lance Armstrong, Johan Museeuw, Danilo Di Luca e i "nostri" Alessandro Ballan e Paolo Savoldelli. Una lista che potrebbe allungarsi ulteriormente se si includessero anche gli altri campioni saliti sul podio insieme ai vincitori.

L'edizione di quest'anno sarà la seconda prova della Coppa Italia 2017 (o "Ciclismo Cup" secondo la nuova denominazione), e segue di una sola settimana l'apertura del GP Costa degli Etruschi vinto da Diego Ulissi. E proprio il ciclista toscano partirà tra i favoriti anche a Laigueglia, su un percorso sicuramente più adatto alle sue caratteristiche rispetto a quello di Donoratico. Saranno ben cinque infatti i Gran Premi della Montagna disseminati lungo i 192.5 chilometri di gara, cui va aggiunta la prima salita, quella di Onzo, che non è classificata. Il primo GPM sarà la Cima Paravenna, salita storica del Trofeo, collocata al 70° chilometro di gara. Dopo una picchiata verso il mare che porterà il gruppo a ripassare da Laigueglia (dove si terrà il rifornimento) e dal "sanremese" Capo Mele, avrà inizio la parte decisiva della corsa: prima la dura salita al Testico, poi le tre tornate del circuito conclusivo di 12.6 chilometri con le asperità di Capo Mele e Colla Micheri.

Al via da Laigueglia 23 formazioni, tra cui quattro squadre World Tour e dodici professional. Favorito d'obbligo, come detto, sarà Diego Ulissi, ma attenzione anche a Francesco Gavazzi, Moreno Moser e ai due francesi Thomas Voeckler e soprattutto Lilian Calmejane, fresco vincitore dell'Etoile de Bessèges. Tra i partenti anche una nazionale italiana di altissimo livello, selezionata appositamente da Davide Cassani e Marino Amadori con una formazione mista tra professionisti e under23. A guidarla ci saranno tre nomi importanti del nostro ciclismo come Matteo Trentin, Fabio Felline e Alberto Bettiol, affiancati da Giovanni Carboni, Tommaso Fiaschi, Seid Lizde, Francesco Romano e Massimo Rosa.

Nel weekend della corsa, Laigueglia sarà il centro di diverse iniziative ciclistiche,  tra cui la mostra multimediale "Trofeo Laigueglia... 54 edizioni, 940 squadre, 8976 atleti" all'Ex Delegazione di Spiaggia e la presentazione del libro di Paolo Viberti "L'inconscio di Coppi", prevista per domenica mattina in Piazza Musso. La corsa ha un'altra peculiarità, rara nel panorama italiano: un sito internet ricco di informazioni e di storia, ben più curato di quelli di corsa più blasonate. Scopritelo su trofeolaigueglia.it.


Il Trofeo Laigueglia, come le altre corse della Ciclismo Cup 2017, sarà in onda su Bike Channel. Un'ampia sintesi della corsa andrà in onda domenica 5 febbraio alle 17 (e in replica in prima serata, ore 21) con il commento di Gianluca Giardini e Paolo Savoldelli.





Squadre partecipanti (e principali iscritti):
Wilier Triestina (Ilia Koshevoy, Mattia Busato, Filippo Pozzato);
FDJ (Matthieu Ladagnous, Arthur Vichot, Anthony Roux);
Italia (Matteo Trentin, Fabio Felline, Alberto Bettiol);
AG2R (Pierre Latour, Christophe Riblon, Mickaël Chérel);
Asana (Matti Breschel, Moreno Moser, Riccardo Minali);
UAE Abu Dhabi (Diego Ulissi, Valerio Conti, Matej Mohoric);
Androni Giocattoli - Sidermec (Francesco Gavazzi, Rodolfo Torres, Marco Frapporti);
Aqua Blue Sport (Lars Petter Nordhaug, Aaron Gate, Peter Koning);
Bardiani - CSF (Nicola Boem, Edoardo Zardini, Luca Wackermann);
Delko Marseille (Mauro Finetto, Julien El Fares, Evaldas Siskevicius);
Direct Energie (Lilian Calmejane, Thomas Voeckler, Jonathan Hivert);
Fortuneo - Vital Concept (Maxime Bouet, Brice Feillu, Armindo Fonseca);
Gazprom-RusVelo (Pavel Brutt, Ivan Rovny, Anton Vorobyev);
Cycling Academy (Zakkari Dempster, Luis Lemus);
Nippo - Vini Fantini (Pier Paolo De Negri, Iuri Filosi, Marino Kobayashi);
Novo Nordisk (Andrea Peron, David Lozano, Javier Megias);
D'Amico - Utensilnord (Nicola Genovese, Fabio Tomassini);
Amore & Vita - SMP (Redi Halilaj, Marco Zamparella);
GM Europa Ovini (Antonino Parrinello, Sebastian Lander);
Sangemini - MG.Kvis (Nicola Gaffurini, Davide Orrico, Michele Gazzara);
Unieuro Trevigiani - Hemus 1896 (Mattia Viel, Simone Ravanelli, Stanimir Cholakov);
WB Veranclassic (Kevyn Ista, Maxime Vantomme, Lawrence Naesen, Sebastien Delfosse);
Tirol Cycling Team (Filippo Fortin, Matthias Krizek, Enrico Salvador, Sebastian Schönberger).

Albo d'oro recente:
2007 - 1. Michail Ignat'ev, 2. Mirco Lorenzetto, 3. Filippo Pozzato;
2008 - 1. Luca Paolini, 2. Daniele Pietropolli, 3. Maximiliano Richeze;
2009 - 1. Francesco Ginanni, 2. Filippo Pozzato, 3. Enrico Rossi;
2010 - 1. Francesco Ginanni, 2. Francesco Gavazzi, 3. Daniele Pietropolli;
2011 - 1. Daniele Pietropolli, 2. Simone Ponzi, 3. Ángel Vicioso;
2012 - 1. Moreno Moser, 2. Miguel Ángel Rubiano, 3. Matteo Montaguti;
2013 - 1. Filippo Pozzato, 2. Francesco Reda, 3. Mauro Santambrogio;
2014 - 1. José Serpa, 2. Patrik Sinkewitz, 3. Andrea Pasqualon;
2015 - 1. Davide Cimolai, 3. Francesco Gavazzi, 3. Aleksej Catevic;
2016 - 1. Andrea Fedi, 2. Sonny Colbrelli, 3. Grega Bole.