Settimana Internazionale Coppi e Bartali

Saranno quattro giornate di grande ciclismo, dal 23 al 26 marzo, quelle della prossima Settimana Internazionale Coppi&Bartali, quarto appuntamento della Ciclismo Cup 2017. Quattro giorni divisi in cinque tappe, considerando l'abituale giornata di apertura doppia, con una breve semitappa al mattino e una cronosquadre (con le formazioni suddivise in due mini-squadre da 4 corridori ciascuna), anch'essa dal chilometraggio ridotto, nel pomeriggio. Il percorso si svilupperà interamente tra i confini dell'Emilia-Romagna, con il cuore della corsa nella provincia di Forlì-Cesena, che ospiterà i primi due giorni tra Gatteo e Sogliano sul Rubicone. Si spostano invece più a nord le due tappe successive, con la volata di Crevalcore e il finale e il decisivo circuito finale a Sassuolo: un circuito che vedrà il gruppo alle prese con due muri impegnativi come Monte Evangelo (2.4 chilometri all'8/10%) e Montegibbio (2 chilometri al 16/18%), prima dell'arrivo sullo stesso traguardo dove Marco Pantani salì per l'ultima volta sul podio, alla Coppi & Bartali del 2003. Proprio in omaggio al leggendario scalatore romagnolo, dall'anno successivo l'organizzazione ha deciso di non assegnare più il dorsale 145, che fu l'ultimo numero di gara di Pantani.

Insieme al percorso sono state presentate anche le maglie di leader delle varie classifiche della corsa. Cinque maglie dal disegno innovativo che verranno vestite in base alle graduatorie a tempo e a punti, alla classifica dei GPM e a quella dedicata ai neo-professionisti, oltre alla speciale maglia riservata alla Challenge Emilia-Romagna.

La Settimana Internazionale Coppi&Bartali sarà la quarta tappa delle Ciclismo Cup 2017, la grande novità nel palinsesto italiano di Bike Channel per questa stagione. Al via da Gatteo si arriverà con una classifica a squadra guidata dalla UAE Abu Dhabi di Diego Ulissi, tallonata ormai da vicino dalla spettacolare Androni-Sidermec di questo inizio 2017. La formazione di Gianni Savio conta anche sul leader della classifica individuale: Francesco Gavazzi, sempre a punti in questo inizio stagione, che guida la graduatoria davanti al compagno Mattia Cattaneo e a Fabio Felline, vincitore del Trofeo Laigueglia.



Le tappe:
Giovedì 23 marzo. 1ª tappa / 1ª semitappa: Gatteo - Gatteo [97.8 km]
Giovedì 23 marzo. 1ª tappa / 2ª semitappa: Gatteo a mare - Gatteo (cronometro a squadre) [13.3 km]
Venerdì 24 marzo. 2ª tappa: Riccione - Sogliano sul Rubicone [130 km]
Sabato 25 marzo. 3ª tappa: Crevalcore - Crevalcore [160 km]
Domenica 26 marzo. 4ª tappa: Fiorano Modenese - Sassuolo [160 km]


Squadre partecipanti (e principali iscritti, in attesa di conferma):
Cannondale (Davide Villella, Joe Dombrowski);
Sky (Elia Viviani, Geraint Thomas, Sebastián Henao);
Dimension Data (Serge Pauwels, Jaco Venter);
Direct Energie (Romain Sicard, Thomas Boudat, Lilian Calmejane, Thomas Voeckler);
Caja Rural (David Arroyo);
Fortuneo (Brice Feillu, Eduardo Sepulveda, Maxime Bouet);
Gazprom (Alexander Foliforov, Sergej Firsanov);
Androni (Egan Bernal, Rodolfo Torres, Mattia Cattaneo);
Bardiani–Csf (Stefano Pirazzi, Nicola Ruffoni);
Wilier Triestina (Jakub Mareczko, Filippo Pozzato, Manuel Belletti);
Nippo (Julián Arredondo, Damiano Cunego, Ivan Santaromita);
CCC Sprandi (Simone Ponzi, Branislaŭ Samojlaŭ);
Nazionale Italiana (Mauro Finetto, Manuel Senni, Nicola Conci, Alessandro Brugna, Giovanni Carboni);
Wiggins (Oliver Wood, Leonardo Fedrigo);
Tirol Cycling Team (Filippo Fortin, Clemens Frankhauser);
Amore & Vita (Redi Halilaj, Marco Zamparella);
D'Amico-Utensilnord (Nicolas Samparisi);
GM Europa Ovini (Davide Pacchiardo);
Sangemini (Davide Orrico);
Unieuro-Trevigiani (Mattia Viel);
Bicicletas Strongman (Sebastián Tamayo);
Sinergy Baku (Maksym Averin);
Kolss Team (Oleksandr Polivoda, Vitaliy Buts);
Lokosphinx (Alexander Evtushenko, Dmitry Sokolov);
Minsk Cycling Club (Stanislau Bazhkou, Raman Ramanau, Siarhei Papok).

Albo d'oro recente:
2007 - 1. Michele Scarponi, 2. Riccardo Riccò, 3. Luca Pierfelici;
2008 - 1. Cadel Evans, 2. Stefano Garzelli, 3. Vincenzo Nibali;
2009 - 1. Damiano Cunego, 2. Cadel Evans, 3. Massimo Giunti;
2010 - 1. Ivan Santaromita, 2. Przemyslaw Niemiec, 3. José Serpa;
2011 - 1. Emanuele Sella, 2. Diego Ulissi, 3. Stefano Pirazzi;
2012 - 1. Jan Bárta, 2. Bartosz Huzarski, 3. Diego Ulissi;
2013 - 1. Diego Ulissi, 2. Damiano Cunego, 3. Miguel Ángel Rubiano;
2014 - 1. Peter Kennaugh, 2. Dario Cataldo, 3. Matteo Rabottini;
2015 - 1. Louis Meintjes, 2. Ben Swift, 3. Matija Kvasina;
2016 - 1. Sergey Firsanov, 2. Mauro Finetto, 3. Gianni Moscon.