Io voglio pedalare sicuro. Controlla la bici prima di uscire

08.07.2016

Al secondo punto del decalogo della campagna "Io voglio pedalare sicuro" c'è una voce troppo spesso trascurata dai ciclisti che incrociamo ogni giorno sulle nostre strade:
 
- Prima di uscire in bici, controlla freni e ruote -
 
Spesso infatti pensiamo che la nostra stabilità sia dovuta esclusivamente a fattori esterni, allo stato delle strade e alle scelte di guida di chi ci circonda. Diamo insomma un'importanza relativa alle nostre abilità e soprattutto allo stato della bici su cui pedaliamo. Eppure è proprio la bici a separarci dall'asfalto, e se dovesse essere "lei" a tradirci non avremmo possibilità di evitare conseguenze.
 
E dire che basta poco, pochi minuti prima di metterci in sella, o poco di più per dei controlli periodici (settimanali o mensili), per verificare che la nostra compagna di viaggio sia affidabile. Si tratta di piccoli accorgimenti che possono contribuire in maniera decisiva alla nostra sicurezza e aiutare anche parecchio il nostro rendimento, diminuire di fatto la fatica cui andremo incontro nella pedalata.
 
Ecco quindi una serie di azioni da eseguire sulle parti più "sensibili" della bicicletta per poter pedalare in maggiore sicurezza, che sia per un allenamento, una scampagnata o semplicemente per pedalare sino al proprio luogo di lavoro, di studio o di svago.
 
I primi punti chiave sono ovviamente le ruote e i freni.
 
Nel caso delle ruote è fondamentale verificare che siano in linea e che non abbiano deformazioni sensibili che possono rendere la guida molto pericolosa. Il primo controllo va fatto "a vista" mettendosi a cavalcioni della bici, sollevando un'estremità dopo l'altra e verificando la distanza tra il copertone e una parte fissa del telaio. Il secondo controllo va fatto "a orecchio", ascoltando i rumori prodotti dalla ruota in cerca di rumori fuori luogo (cigolii o scricchiolii) che possono denotare dei problemi nei mozzi. Il terzo controllo si fa "a mano", toccando con fermezza i singoli raggi con pollice e indice, per rintracciare quelli rotti o che semplicemente hanno perso tensione. Nel computo della stabilità della ruota, ovviamente va tenuto in grande considerazione lo stato dei battistrada: periodicamente quindi va controllato lo stato di consunzione dello pneumatico (che va cambiato nel momento in cui si notano evidenti segni sfibramento sui fianchi e di consumo dei tasselli del battistrada) e naturalmente quanto è gonfia la camera d'aria, cercando di non esagerare mai ne' in una direzione ne' nell'altra. Le pressioni troppo alte infatti rendono la bici più scorrevole ma diminuiscono la tenuta di strada, soprattutto in caso di pioggia, pressioni troppo basse invece aumentano parecchio i rischi di foratura.
 
I freni sono ovviamente uno degli elementi principali quando si parla di sicurezza in bici. Prima di mettersi in sella è fondamentale testare il funzionamento del freno, inizialmente controllando a bici sollevata che il freno funzioni, poi facendo poche pedalate per verificare la tenuta del freno sollecitato dal nostro peso e valutare che la frenata sia ben bilanciata. Un ulteriore controllo va fatto anche in questo caso a vista, e riguarda i pattini dei freni, che si logorano con facilità: se -dopo averlo pulito- si nota che il pattino è troppo consumato è sempre necessario sostituirlo prima di mettersi in sella. 
 
A questi piccoli "check up" periodici è sempre necessario affiancare una manutenzione ordinaria più incisiva, che è meglio lasciare a mani più esperte o almeno svolgere con una guida che sappia analizzare bene ogni dettaglio, per questo tipo di manutenzione (relativa alla valutazione dell'usura generale del mezzo, in particolare a cambio, serie sterzo, movimento centrale, ecc) conviene rivolgersi a un negozio o a una ciclofficina.
 
 

Articoli precedenti:
- la campagna "Io voglio pedalare sicuro";
- le video-testimonianze;
- il decalogo dei comportamenti sicuri;
- l'uso del casco;
- guardare sempre la strada.
 
 
Seguiteci e fateci sentire la vostra voce.
Diffondete anche voi via twitter le vostre idee sulla sicurezza dei ciclisti con l'hashtag #iovogliopedalaresicuro.
Mandateci i vostri video in cui rilanciate lo slogan "Io voglio pedalare sicuro", i migliori saranno diffusi online e sul canale televisivo Bike Channel - Sky 214.
 
 
(foto tratta da bicizen.it)