Missione compiuta! Un nuovo record per Paola Gianotti

13.06.2016

Missione compiuta! Per la seconda volta in due anni Paola Gianotti può festeggiare un traguardo da record, con una prestazione addirittura superiore alle attese.
 
L'obiettivo era scandito dallo slogan di questa impresa: 48 giorni, 48 stati, 48 bici. Ovvero pedalare per i 48 stati attigui degli Stati Uniti in 48 giorni, donando una bicicletta per ogni stato attraversato ad una donna in Uganda, dove una bici può cambiare e salvare una vita. Il risultato, però, è stato ben più consistente su tutta la linea, come ci si poteva aspettare da una che le sfide è abituata a stravincerle.
 
Fermi restando i 48 stati, terreno di un primato che aspetta solo l'ufficializzazione dalla Guinness, Paola Gianotti ha coperto i suoi 11.520 km (con 63.470 metri di dislivello) in "soli" 42 giorni e tre ore, tagliando il traguardo del confine tra Maine e New Hampshire ieri intorno alle otto di sera.
Un viaggio iniziato il 30 di aprile da Walla Walla, nello stato di Washington, che l'ha vista pedalare per oltre 14 ore al giorno sino al Golfo del Messico, risalire fino ai Grandi Laghi e da lì verso l'Atlantico. Una fatica passata attraverso le piccole crisi di ogni giorno: "il vento che soffia contro, il traffico sulle strade, il sole che brucia la pelle, le salite infinite, la stanchezza logorante". Persino un'infiammazione al ginocchia che l'ha costretta a rallentare il passo negli stati meridionali, ma evidentemente ha saputo recuperare tutta la strada persa.

[1;98]
 
Fino a vedere il traguardo finale e rilanciare per lo sprint degli ultimi due giorni. "Gli ultimi chilometri sono quelli più duri. Dove un cavalcavia ti sembra l'Everest, il traffico la giungla, il vento uno schiaffo in faccia, le buche sull'asfalto delle voragini. Gli ultimi chilometri sono quelli che si fanno con la testa, non con le gambe", scriveva nel suo blog a 600 km dall'arrivo. A fornirle l'energia sufficiente ci ha pensato lo scopo che Paola si era data in partenza: un obiettivo quasi raddoppiato.
 
Sono ben 71 infatti le bici che Paola Gianotti porterà alle donne ugandesi. E lo farà di persona: a fine luglio partirà per l'Uganda dove comprerà le biciclette e le consegnerà insieme a Bicycles Against Poverty. Uno stato in più, che la ciclista dei record non raggiungerà pedalando, ma il cui traguardo fornisce il senso a tutta questa grande impresa.

[2;98]


(foto tratte dal sito e dal Facebook di Paola Gianotti)