"MTB - Sfida ai Pro", ecco i protagonisti!

13.06.2016

 
Comincia questa sera la grande avventura di "MTB – Sfida ai Pro", il primo reality show dedicato interamente al mondo della mountain bike. Per sei puntate, ogni lunedì sera fino al 18 luglio, seguiremo l'avventura del Team Bike Channel, formazione di amatori selezionati dal giudice Mirko Pirazzoli e guidati dal DS Yader Zoli, che sui sentieri della Maremma sfiderà due grandi squadre come Scott Racing Team e Silmax – Xbionic.
 
Saranno i ciclisti i veri protagonisti di questo programma. Settimana dopo settimana, seguiremo l'alternarsi dei risultati della varie sfide (due gare per episodio, ad eccezione della marathon che occuperà un'intera puntata) e il "dietro le quinte" delle competizioni, che mostrerà il consolidarsi di una vera e propria comunità di ciclisti, uniti dalla passione per la mountain bike.
 
In attesa di conoscerli meglio puntata dopo puntata, ecco una breve presentazione dei protagonisti di questa esaltante sfida.
 
TEAM BIKE CHANNEL
Simone Di Gennaro: amatore appassionato di Enduro, si dedica al ciclismo dall’età di 16 anni;
Gabriele Laurino: il più esperto del team, dopo un passato in enduro e bici da strada si è convertito da pochi anni alla mtb;
Antonio Paladino: grande appassionato di bici, da oltre dieci anni frequenta il mondo della mtb amatoriale;
Massimiliano Peirano: si dedica alla mtb dal 2009, ha iniziato la sua crescita correndo per svariati team amatoriali;
Gaia Ravaioli: la più giovane del team, dopo un passato mezzofondista da tre anni si è appassionata alla mtb;
Yader Zoli (DS): un autentico fuoriclasse della mtb nazionale, campione italiano cross country nel 2006. E' colui che ha raccolto il testimone da Marco Bui, traghettando l’Italia delle ruote grasse sino alla piazza d'onore agli ultimi Campionati del Mondo Cross Country in Nuova Zelanda.
 
TEAM SCOTT
Nicoletta Bresciani: tra le migliori esponenti del cross country femminile in Italia, quest'anno punta forte sulla maglia tricolore;
Paolo Colonna: dopo una carriera su strada tra juniores e under23, dal 2015 si dedica al 100% alla mtb e quest'anno vuole cominciare a raccogliere successi;
Franz Hofer: già nazionale italiano ai campionati europei, grande specialista di marathon e corse a tappe;
Yuri Ragnoli: protagonista delle prove marathon italiane dal 2012, in questo 2016 punta forte sul campionato nazionale;
Cristiano Salerno: cresciuto in mtb nelle categorie giovanili, dal 2006 al 2015 è stato professionista su strada e discreto scalatore, ora è tornato al suo primo amore fuoristrada;
Mirko Celestino (DS): al termine di una grande carriera su strada (vincitore di Giro di Lombardia, Classica di Amburgo, Tre Valli Varesine e Milano-Torino), dal 2007 passa alla mtb marathon dove è vice-campione del mondo 2010;
Mario Noris (DS): uno dei precursori del movimento mtb nazionale, capace di ben figurare ai mondiali già nel 1990, medaglia d'argento agli europei del '91 e per tre volte campione italiano, è il fondatore del Team Scott.
 
TEAM SILMAX-XBIONIC
Giacomo Antonello: campione lombardo e vicecampione italiano tra gli under 23 nel 2012, in questa stagione cerca la prima vittoria tra i "grandi";
Matias Armando: 23enne argentino, dal 2013 si è trasferito in Italia alternando granfondo a prove marathon;
Emanuele Crisi: approdato alla mtb dopo un'infanzia tra snowboard e atletica, lo scorso anno ha vinto due tappe delle UCI Marathon Series tra gli under 23;
Michael Pesse: atleta semiprofessionista valdostano, alterna la sua attività come ciclista a quella come preparatore atletico;
Cristiana Tamburini: bresciana, al terzo anno tra gli elite e al primo con i colori della Silmax-Xbionic dopo due stagioni nel Team Selle San Marco - Trek;
Giuseppe Giordano (DS): direttore sportivo e medico chirurgo, da anni mette a disposizione la sua specializzazione in Medicina dello Sport per far crescere giovani bikers dal Piemonte e da tutta Italia.
 
GIUDICE
Mirko Pirazzoli: un'eccellenza del movimento mtb nazionale che non ha bisogno di troppe presentazioni; è stato nazionale italiano di cross country dal 1999 al 2007, vincitore di Coppa Europa e più volte sul podio del campionato tricolore ininterrottamente dal 2000 al 2007.
 

 
Ma i protagonisti di questa sfida non si esauriscono qui, perchè a rendere appassionanti queste tappe ci penserà anche uno scenario unico, ricavato tra i paesaggi dei comuni più suggestivi della Maremma.
 
[1;10] La città di Piombino (LI) è nota a molti per il suo porto, ma è una località ricca di attrattive nella quale vale la pena fermarsi a lungo. Protesa sul mare, adagiata sul margine sud-occidentale dell’omonimo promontorio che condivide con l’antica Populonia, poco più a nord, Piombino è una città ricca di storia, di monumenti e di ambienti naturali salvaguardati: piccole spiagge inserite nella verde natura, il Parco della Sterpaia, il Museo Archeologico, il porto vecchio, la chiesa di S.Antimo, la Cittadella e il castello degli Appiani.

[2;10] Il Comune di Massa Marittima (GR), bandiera arancione del Touring Club Italiano e città medaglia d'argento per la Resistenza, che rappresenta il cuore pulsante delle Colline Metallifere grossetane. Un vero e proprio gioiello medievale cresciuta tra i secoli XI e XIII intorno alla magnifica cattedrale di San Cerbone e all'adiacente Palazzo del podestà, risalente al 1225, che oggi ospita il Museo Archeologico. Ma camminando per il borgo di Massa Marittima sono innumerevoli le meraviglie che si possono incontrare, tra palazzi, fontane, archi e torri. Dal borgo sono numerosi gli itinerari che si snondano, anche in mountain bike, per le zone circostanti e conducono ad altri luoghi incantevoli come il Parco archeologico del lago dell'Accesa, il Museo della Miniera e il Parco Naturalistico delle Biancane. La cittadina, circondata da cespugli di alloro e ginestra e fusti dei lecci e dei corbezzoli, è uno quegli incanti che hanno reso le campagne toscane uno dei luoghi più invidiati al mondo.
 
[3;10] Montieri è un comune della provincia di Grosseto che sorge a 704 metri di quota all'interno del Geoparco delle Colline Metallifere, un territorio da esplorare per entrare in contatto con il fascino più selvaggio e autentico della Maremma. Il paese e le sue frazioni (Travale, Gerfalco e Boccheggiano) sono strettamente legati all'attività estrattiva della vicina miniera di Campiano, che per anni ha rappresentato un centro di riferimento per tutta la regione ed oggi è stata riconvertiti a fini turistici e naturalistici: un luogo unico per scoprire la storia del rapporto tra uomo e natura in queste terre. Da Montieri si diramano sentieri e percorsi alla scoperta delle bellezze naturali più nascoste: una ricca vegetazione di boschi di querce, faggi e castagni, che si apre per accogliere antichi borghi, castelli, siti archeologici e chiese, luoghi suggestivi di un territorio ricco di cultura e risorse naturali.
 
[4;10] L'ospitalità degli atleti sarà garantita dall'Hotel Phalesia (insieme al Massa Vecchia Bike Hotel e al resort Punta Ala), una struttura strategica adagiata su una collina, nella zona portuale di Piombino, dalla quale è possibile raggiungere facilmente località di interesse culturale, archeologico e naturalistico come la Necropoli Etrusca di Baratti e l'incantevole cittadina Medioevale di Populonia. Un punto di appoggio ideale per scoprire la Maremma ma anche spingesi sino a Pisa, Firenze, Larderello, San Gimignano o Volterra.
 
 
Chi vincerà? Chi mostrerà più tecnica, coraggio e sangue freddo?
Scopritelo con l’avventura di “MTB - Svida ai Pro”, una grande esclusiva di Bike Channel, al via questa sera alle ore 20.