Wonderful Losers, a different world candidato all'Oscar

27.11.2018

"Wonderful Losers, a different world" - il film prodotto dalla Stefilm di Torino, diretto da Aruna Matelis, è stato candidato a partecipare agli Oscar 2019.

Il regista è un grande nome del cinema lituano e ciò ha spinto il Paese baltico a scegliere la pellicola per concorrere nientemeno che alle Nomination, entrando in lizza sia quale miglior film straniero sia nella categoria documentari. Il ruolo preponderante nella co-produzione europea che sta dietro a Wonderful Losers è, invece, coordinato dalla Stefilm, eccellenza torinese fondata 35 anni fa da Edoardo Fracchia, Elena Filippini e Stefano Tealdi.

Sullo sfondo ci sono anche quattro tappe piemontesi (tra cui la cronometro Barbaresco-Barolo e l’arrivo al Santuario d’Oropa) e c’è una dottoressa torinese tra i protagonisti. Elena Della Valle lavora alla Corsa Rosa dal 2002.

Un film interamente dedicato al mondo dei gregari. Di loro non parla quasi nessuno. Sono eroi invisibili, danno il proprio fondamentale contributo per la vittoria finale, ma non finiscono mai sulle prime pagine dei giornali e spesso neppure in quelle interne.

A essere celebrato è chi taglia il traguardo per primo, colui che arriva alla fine del Giro con addosso la maglia rosa o quella gialla, non chi per tre quarti della gara sta nelle retrofile, porta l'acqua, tira il gruppo, fa strada al capitano. Sono i "Gregari", coloro che per il bene della squadra si sacrificano, cadono, si rialzano e arrivano al raguardo quando tutti stanno già festeggiando.

Frutto di una coproduzione internazionale, è stato girato durante il Giro d'Italia del 2014. Tra i protagonisti ci sono Paolo Tiralongo, Svein Tuft, Daniele Colli oltre al mitico dottor Giovanni Tredici e la sua equipe medica.

Un film emozionante che vuole trasmettere un messaggio per il mondo del ciclismo professionista: il "lavoro" del Gregario come metafora della vita, dove siamo un po' tutti gregari.