Chissà che l'utopia non vinca - il nuovo libro di Bidon

23.11.2018

Dopo tre estati contraddistinte da tre antologie di racconti sul Tour de France, per il 2018 la redazione di Bidon ha atteso l'autunno per raccogliere insieme una serie di storie e visioni dal respiro più ampio, che va ad abbracciare l'intera stagione ciclistica - e oltre.

Il risultato è un plico un po' più corposo degli anni passati, nel quale le vicende degli uomini e delle corse si sviluppano come sogni, in una lunga navigazione verso un'isola dove tutto si compia, e poco importa che questo inseguimento raggiunga o meno il suo risultato. "Chissà che l'utopia non vinca" è un omaggio esteso a chi pedala, racconta, sogna usando la bicicletta come strumento per inseguire l'orizzonte.

È un libro in cui dopo un pezzo su Ernest Hemingway si parla con nonchalance di Niki Terpstra; tra Froome e Roglič spuntano Giotto e Garcia Márquez. In mezzo c'è spazio per due lunghi diari giornalieri (quello di Eugert Zhupa dal Giro d'Italia e quello di Bidon al Tour de France) e per sei lunghi articoli e due interviste attraverso cui ripercorrere una stagione di ciclismo ma anche scoprire le vite di Graeme Obree e di Claudio Gregori, o esplorare la Filottrano orfana di Michele Scarponi. La prefazione è a cura di Gino Cervi, autore, progettista e coordinatore di un gran numero di pubblicazioni di sport, nonchè fidato coequipier della squadra di Bidon - ciclismo allo stato liquido. La copertina è stata realizzata da Alessandro Vangi.

"Chissà che l'utopia non vinca" è disponibile dal 22 novembre, sia in versione cartacea che in versione digitale.

* Versione cartacea (costo 13.99 euro)

L'opzione migliore è sempre acquistarlo di persona ad una delle presentazioni, con un piccolo sconto, una dedica e un brindisi. Il primo giro di presentazioni avrà luogo tra il 5 e il 12 dicembre e sarà concentrato tra Lombardia ed Emilia, il calendario completo sarà pubblicato nei prossimi giorni su bidonmagazine.org. In alternativa, il libro è ordinabile su numerosi store online: Ibs, Streetlib, libreriauniversitaria, goodbook, Amazon, unilibro ed altri.

Infine, è possibile anche acquistare "Chissà che l'utopia non vinca" presso le librerie (fisiche) delle catene Feltrinelli, Mondadori, Ubik e Coop. Attenzione: il libro non si trova sugli scaffali, ma si può ordinarlo e ritirarlo successivamente in libreria.
 
* Versione digitale (costo 5.99 euro)

Il libro è già disponibile, in formato epub, su Payhip, Streetlib e kobo. Su Payhip è disponibile anche il file pdf e, fino a lunedì, si può avere uno sconto del 20% inserendo il codice BIDONFRIDAY prima del pagamento! Nelle prossime settimane sarà acquistabile anche su Amazon-Kindle, Google Play e Apple Books.


"Si dice che l’utopia sia un’illusione, qualcosa da stolti sognatori, tanto stupida da squalificare chi la insegua, come se non avesse di meglio da fare che sprecare il proprio tempo. Eppure basterebbe alzare gli occhi al cielo, alzarsi in piedi sui pedali, per accorgersi che l’utopia è qualcosa di tangibile, visibile a occhio nudo"
(dall'introduzione di "Chissà che l'utopia non vinca")