La 71^ Edizione del Trofeo Matteotti è tutta di Davide Ballerini

24.09.2018

È Davide Ballerini (Androni Giocattoli–Sidermec) a conquistare la 71^ edizione del Trofeo Matteotti dopo una volata imperiale che gli ha permesso di battere il nazionale azzurro Giovanni Visconti e Marco Tizza (Nippo Vini Fantini–Europa Ovini) sul traguardo di Piazza Duca degli Abruzzi a Pescara.

Una gara caratterizzata da una media altissima nei primi due giri; un’andatura che spacca il gruppo composto da sole 36 unità già al chilometro 50. I rientri di Ettore Carlini e Patryk Stosz ampliano, seppur di poco, il gruppo dei fuggitivi.
   Al km 95 dal gruppo provano a rientrare Christophe Masson (WB Veranclassic Aqua Protec), Riccardo Stacchiotti e Marian Vulcan (MS Tina Focus) ma la loro azione avrà vita breve. Gli attacchi, nel drappello di attaccanti vengono da Sebastian Reichenbach (Groupama–FDJ) e Nicola Bagioli (Nippo Vini Fantini–Europa Ovini) con lo svizzero che tenta l’allungo personale ripreso dallo stesso Bagioli, Velasco, Masnada e Ficara.

L’ultimo tentativo di evitare la volata lo mettono in atto O'Connor, Gaudu, Reichenbach, Pozzovivo, Cattaneo e Ballerini ma si arriva sul traguardo finale con il corridore dell’Androni Giocattoli–Sidermec che, guidato dal direttore sportivo Alessandro Spezialetti, dopo aver vinto il Memorial Pantani, fa doppietta conquistando anche la classica abruzzese e confermando la leadership della sua squadra nella Ciclismo Cup 2018.

Tra quelli che non hanno terminato la gara figurano atleti del calibro di Davide Formolo, Nairo Quintana e Mikel Landa.

«Non riesco ancora a realizzare di aver vinto due gare in due giorni – ha detto Ballerini al traguardo. Quando me ne renderò conto, non dimenticherò mai questo weekend. All’inizio ho fatto un po’ di fatica – ammette – anche per l’impegno di ieri al Memorial Pantanima poi sono riuscito a stare sempre nel vivo della gara e, nel finale, sono riuscito a portare a casa la vittoria».

«Sono veramente contento. Ci tenevo e da un paio d’anni speravo di vincere il Matteotti – dice il direttore sportivo dell’Androni Giocattoli–Sidermec, Alessandro Spezialetti. Non ho avuto mai l’opportunità di conquistarlo quando correvo ma stavolta me lo sentivo. Non è mai facile vincere in casa; ringrazio tutti a partire dai ragazzi, dal primo all’ultimo perché mi hanno regalato una grandissima soddisfazione.
Per quanto riguarda la Ciclismo Cup, abbiamo dimostrato il nostro valore, ci sono ancora altre gare e con il successo di oggi abbiamo messo un bel divario tra noi ed i nostri avversari».