Si è conclusa la Maratona Dles Dolomites-Enel 2018

02.07.2018

Una partenza perfetta con temperatura mite e cielo azzurro. Con queste condizioni alle ore 6.30 sono partiti i 9236 ciclisti (di cui 978 donne) che hanno preso parte alle 32esima edizione della Maratona dles Dolomites – Enel 2018.  Una sfida nella sfida, una passione che accumuna gli oltre 32.400 aspiranti che hanno inviato richieste di adesione, ma che solo il numero chiuso e il sorteggio, ne consente la partecipazione.
Il colpo d’occhio è come sempre spettacolare: un lungo serpentone che per oltre 30 minuti colora la strada che da La Villa porta al passo Campolongo, per poi muoversi verso l’arrivo a Corvara.
Quest’anno a sparare il tradizionale colpo di pistola al via, c’era Eddy Merckx, la leggenda del ciclismo mondiale.

Per la regina delle Granfondo internazionali le bandiere sono sempre numerose: 68 le diverse nazionalità (dai cinque continenti) dei partecipanti che quest’anno erano in 4.900 a gareggiare per la prima volta. Con un’equa suddivisione del totale tra metà italiani e metà stranieri.

Tre i percorsi lungo i passi chiusi al traffico che hanno fatto la storia del ciclismo: Pordoi, Sella, Campolongo, Falzarego, Gardena, Valparola, Giau tutti rigorosamente chiusi al traffico.
Le distanze: Lungo di 138 km e 4230 mt. di dislivello, Medio di 106 km e 3130 mt. di dislivello e Sella Ronda di 55 km e 1780 mt. di dislivello.

Molti i personaggi che hanno partecipato, dai campioni dello sport ai manager dell’imprenditoria internazionale con qualche nome dello spettacolo.

Equilibrio, il tema di questa edizione, viene espresso non solo in sella come nella vita, ma anche con la solidarietà che ogni anno la Maratona destina ai diversi progetti di beneficenza finanziati grazie alle iscrizioni solidali. Con dedizione e precisione i finanziamenti sono stati distribuiti tra : Assisport Alto Adige (www.sporthilfe.it) che sostiene veri talenti sportivi, ragazzi che non hanno la possibilità di finanziarsi le competizioni; l’associazione “Alex Zanardi Bimbingamba” (www.bimbingamba.com) che realizza protesi per i bambini che hanno subito amputazioni e che non possono usufruire dell'assistenza sanitaria; l’associazione Gruppi “Insieme si può...” Onlus/ONG (www.365giorni.org) che sostiene un progetto legato alla scuola  Kangole Boys Primary Schoole  in Nord Uganda destinato a corsi di formazione e al dormitorio degli alunni stessi. Infine la Costa Family Foundation con una nuova casa famiglia nel distretto di Tawang in India.

E per continuare a dare risalto al tema dell’equilibrio, grande attenzione anche ai consumi, in perfetta sintonia con il concetto di eco-sostenibilità: la Maratona da sempre promuove iniziative rivolte alla riduzione delle emissioni e dei consumi energetici.

Il vincitore della Maratona dles Dolomites è il materano Tommaso Elettrico in 4h38’13” davanti a Igor Zanetti e Paolo Castelnovo, entrambi a 50”. L’edizione femminile è stata vinta dalla tedesca Christina Rausch in 5h19’03’ davanti a Ilaria Lombardo e Martha Maltha
Il vincitore della 32esima edizione della Maratona dles Dolomites ha dichiarato in lacrime: “Credo che oggi per me sia qualcosa di grande. È da Aprile che sognavo di vincere, fare doppietta e lasciare il segno. Quest’oggi sono senza parole. Tanta fatica, tanti sacrifici ma oggi ancora una volta si realizza un nuovo sogno. Grazie a tutta la gente che mi segue, soprattutto CPS e Franco Lauria, che sanno quanto ci tenevo a questa manifestazione. Rispetto allo scorso anno, dove ho fatto 80 km di fuga da solo, ho attaccato sul secondo passaggio al Campolongo ed ho capito che il punto per andare a vincere era il Falzarego, dove ho rilanciato e ho capito che ce l’avrei fatta”.

Rivivi le emozioni della Maratona dles Dolomites – Enel 2018 con lo speciale di Bike Channel Sky 214
In onda giovedì 5 luglio alle 21:30




Credits ph. Freddy Planinschek