Ötztaler Radmarathon: da oggi la corsa al pettorale

01.02.2018

La gara ciclistica più dura delle Alpi, che si disputa su un tracciato di 238 km con un dislivello di 5.500 metri, avrà luogo il 2 settembre.
L’estrazione dei pettorali avverà l'8 marzo. Da quel momento i fortunati sorteggiati potranno dedicarsi agli allenamenti. 
“Anche quest’anno prevediamo una richiesta totale di circa 15.000 persone, solo 4.500 di loro accederanno alla gara" ci dice Oliver Schwarz, direttore generale dell’Ente del Turismo della valle Ötztal. 
Si richiede, ovviamente, di essere bravi scalatori.

“Nei tre anni passati la manifestazione si è svolta all’insegna dei minerali alpini. Da quest’anno si correrà invece all’insegna degli animali di montagna” continua Oliver Schwarz. Il 2018 è infatti dedicato allo stambecco, che simboleggia alcune caratteristiche dei Finisher della Ötztaler Radmarathon: “Questi animali sono forti, si arrampicano sulle vette con leggerezza, caratteristiche analoghe a quelle dei partecipanti alla gara” dice André Stadler, direttore dello zoo alpino di Innsbruck. Per l’occasione è stata stipulata una collaborazione tra il comitato organizzatore e il famoso zoo alpino.

Il tracciato di gara:
Start a Sölden – Ötz 800m – Kühtai 2020m – Innsbruck 600m – Passo del Brennero 1377m – Vipiteno 960m – Passo Giovo 2090m – S. Leonardo in Passiria 700m – Passo Rombo 2509m – Sölden 1377m.

I passaggi di montagna:
Ötz – Kühtai: 18,5 KM; 1200 m dislivello; Ristoro al 51. km; Innsbruck – Brennero 39 KM; 777 m dislivello; Ristoro al km 127; Vipiteno – Passo Giovo 15,5 KM; 1130 m dislivello; Ristoro al km 161; S. Leonardo – Passo Rombo 28,7 KM; 1759 m dislivello; Ristoro ai km 201 e 209.

Iscrizioni e informazioni su www.oetztaler-radmarathon.com