Il ritiro di Danilo Napolitano

15.11.2017

E' un messaggio pieno di orgoglio quello con cui Danilo Napolitano ha annunciato la decisione di appendere la bici al chiodo. Un messaggio sincero ed istintivo, scritto sulla sua pagina Facebook e dedicato ai suoi tifosi, in cui il corridore rivendica i risultati raggiunti in 14 anni di professionismo. Ecco il testo completo del suo annuncio:

Ciao ragazzi... questo è un messaggio per tutti i miei tifosi che fino ad oggi mi hanno sempre sostenuto. Devo comunicarvi che il 2017 è stata la mia ultima stagione da ciclista professionista. Appenderò la bici al chiodo. Dopo 14 anni da professionista (2 anni in LPR, 3 alla Lampre, 2 alla Katusha, 2 all'Acqua&Sapone, 5 in Wanty - Grupe Gobert) con 51 vittorie in carriera, la più bella al giro d'Italia. Partecipazione in tutti e 3 i grandi giri dove sono sempre stato competitivo con vari podi. Partecipazioni a tutte le classiche adatte alle mie caratteristiche come Parigi-Roubeaix, Gent-Wevelgem, ecc.

Orgoglioso di quello che ho fatto! E grazie anche voi che mi avete sempre sostenuto! Un grazie va anche a tutte le squadre che mi hanno dato modo ti togliermi queste soddisfazioni! Alla famiglia e tutte le persone che mi sono stati vicini nei momenti di vittoria e soprattutto nei momento difficili! In futuro non so ancora cosa farò, ma sicuramente mi dedicherò alla mia famiglia, cosa che in questi anni non ho fatto o magari ho fatto poco! Un saluto a tutti e un buon 2018!

Danilo Napolitano è nato a Vittoria (Ragusa) il 31 gennaio 1981 ed è cresciuto come pistard e velocista nelle formazioni giovanili Resine Ragnoli, Garda Calze e Bassano 1982. Nell 2004 è passato professionista con la LPR di Orlando Maini e già al secondo anno ottiene le sue prime importanti vittorie in volata, tra cui la Coppa Bernocchi e il Giro di Romagna. Dal 2006 al 2010 milita in formazioni World Tour riuscendo ad aggiudicarsi anche la nona tappa del Giro d'Italia 2007 a Lido di Camaiore. Nelle ultime cinque stagioni si è trasferito in Belgio, terra di corse da duri come le sue predilette, mettendo la propria esperienza a disposizione della Wanty. In carriera si è aggiudicato 51 vittorie, tra cui tre Coppe Bernocchi, un Giro di Romagna, una Omloop van het Waasland e tappe a Giro d'Italia, Tour Méditerranéen, Vuelta a Murcia, Tour of Qatar, Volta a Portugal, Settimana Coppi e Bartali, Quattro giorni di Dunkerque, Driedaagse van West-Vlaanderen e Giro di Vallonia. L'ultimo suo successo risale al 2015, alla 3ª tappa della Boucles de la Mayenne.