DVV Trofee: si parte da Ronse

06.10.2017

Sebbene l'avvio di stagione è ormai sempre più anticipato, con le due tappe statunitensi di Coppa del Mondo disputatesi addirittura nel mese di settembre, è in queste settimane che si comincia davvero a respirare l'aria del ciclocross. Un'aria che si respira quasi solo a determinate latitudini, dove si intride dei sapori delle frituur e dei fiumi di birra, dove il fango è il gioco ideale di ogni età. E' l'aria fiamminga, quella della terra del ciclocross.

Ma a segnare il vero avvio di stagione è anche la ripresa di ciò che ha segnato questo sport negli ultimi anni: la rivalità tra Mathieu van der Poel e Wout van Aert. Le tre prove principali disputate sin qui sono state un soliloquio: negli USA Van der Poel ha fatto due su due assicurandosi la vittoria sin dalla partenza in entrambe le occasioni, la scorsa settimana a Gieten ha faticato un po' di più, ma il risultato non è cambiato. Nello svolgimento della prova di apertura del Superprestige, lontano dal caldo americano e nel mezzo del calore fiammingo, si è tornata a vedere però la maglia iridata di Van Aert. Il fenomeno di Herentals ha chiuso per la prima volta in stagione vicino al campione olandese, pronto finalmente a risfoderare il guanto di sfida.

Ma se dodici mesi fa Gieten fu terreno di scontro tra i due protagonisti con la vittoria di Van der Poel e Ronse una settimana più tardi vide al riscossa dell'iridato, in questo momento i valori sembrano ancora molto distanti, e il giovane capitano della Beobank sembra destinato a proseguire la sua marcia trionfale. Ad opporsi non ci sarà soltanto la possibile ripresa di Van Aert, ma anche un manipolo di avversari tra i quali per ora faticano a delinearsi differenze sostanziali. Laurens Sweeck e Quinten Hermans sono stati i più costanti in questo avvio stagionale, ma il vecchio Kevin Pauwels, il talentuoso Lars Van der Haar e l'altra speranza belga Michael Vanthourenhout sono vicini.

Il piazzamento d'altronde acquisisce un peso diverso nel DVV Trofee, la grande esclusiva di Bike Channel che si apre con la tappa di Ronse. A differenza della altre challenge infatti, la classifica generale qui è basata sui tempi. Non ci si potrà permettere nessuna distrazione, quindi, con il rischio di dover correre poi un'intera stagione all'inseguimento.

Come ormai d'abitudine, la situazione è invece ben diversa in campo femminile. Se tra gli uomini Van der Poel è dominante, tra le donne le prime tre prove internazionali hanno visto esultare tra atlete diverse: Katerina Nash, Sanne Cant e Maud Kaptheijns. Sarà quest'ultima a partire tra favorita, la campionessa di Ekeren non vuole perdere nessuna occasione per vivere in maniera trionfale la sua prima stagione in maglia iridata. A Ronse non ha mai vinto, e questa volta dovrà guardarsi soprattutto dalla minaccia di Sophie De Boer, Maud Kaptheijns e della scalpitante Nikki Brammeier vista una settimana fa. Tra le protagoniste ci sarà curiosità anche per Alice Maria Arzuffi, che alla sua prima stagione al 100% fiamminga ha saputo già centrare una top ten.

L'Hotondcross di Ronse, noto anche come GP Mario de Clercq, è un appuntamento classico, che si disputa sul confine tra Fiandre e Vallonia, nella cittadina che incoronò campione del mondo su strada Maurizio Fondriest nel 1988. Un circuito tecnico ma che ugualmente richiede potenza nei suoi molti tratti erbosi, dove non sono tanto le rampe a far la differenza ma piuttosto i passaggi in contropendenza, che obbligano a scendere di sella e si rivelano scivolosissimi in caso di pioggia, attesa nei giorni precedenti alla gara ma non domenica.


La prima tappa del DVV Trofee di Ronse sarà trasmessa in diretta esclusiva da Bike Channel, canale Sky 214, domenica 08 ottobre con telecronaca di Paolo Mei. Gara femminile in apertura dalle 13:45, uomini élite a seguire dalle ore 15.


Albo d'oro recente
Uomini élite:
2010 - 1. Sven Nys, 2. Niels Albert, 3. Tom Meeusen;
2011 - 1. Kevin Pauwels, 2. Zdenek Štybar, 3. Niels Albert;
2012 - 1. Niels Albert, 2. Kevin Pauwels, 3. Sven Nys;
2013 - 1. Sven Nys, 2. Martin Bína, 3. Niels Albert;
2014 - 1. Sven Nys, 2. Mathieu Van der Poel, 3. Klaas Vantournout;
2015 - 1. Wout Van Aert, 2. Kevin Pauwels, 3. Lars Van der Haar;
2016 - 1. Wout Van Aert, Jens Adams, 3. Michael Vanthourenhout.
Donne èlite:
2013 - 1. Nikki Harris, 2. Helen Wyman, 3. Sanne Cant;
2014 - 1. Sophie de Boer, 2. Helen Wyman, 3. Jolien Verschueren;
2015 - 1. Pavla Havlíková, 2. Jolien Verschueren, 3. Nikki Harris;
2016 - 1. Thalita de Jong, 2. Sanne Cant, 3. Sophie de Boer.




Filippo Cauz
(foto di copertina tratta da velonews)