Bergen2017: un mondo di incognite

22.09.2017

Attacco o volata? Asciutto o bagnato? Conferma o sorpresa? Ogni anno all'approssimarsi della corsa in linea mondiale le domande cominciano ad inseguirsi, i dubbi si fanno sempre più atroci ma altresì abituali. E' il caso (quasi) unico di una corsa sempre diversa, nel percorso e nell'atmosfera, che lascia tutti privi di certezze. Le squadre si formano solo pochi giorni prima, i capitani si pestano i piedi e l'analisi del tracciato è affidata soltanto a ricognizioni, pareri esterni, indicazioni non sempre affidabili dalle prove dei giorni precedenti.

Stamattina, ad esempio, a Bergen ha vinto un'attaccante, una fantastica Elena Pirrone, capace di andarsene tutta sola a oltre 20 chilometri dal traguardo e difendere il suo vantaggio fino alla fine, sotto la pioggia, per conquistare la sua seconda maglia iridata della settimana. Ma le prove degli juniores hanno dinamiche ben diverse da quelle dei professionisti: il gruppo è più scarno, l'esperienza minima. E persino la pioggia, che oggi ha complicato un po' la vita alle inseguitrici, domenica dovrebbe risparmia gruppo e tifosi.

Non esattamente una buona notizia, quest'ultima. In gruppo tanti saranno sollevati, ma chi si esalta nelle difficoltà meteorologiche (pensiamo a Tim Wellens o Michael Albasini, ma pure ai pochi sprint vincenti di Sonny Colbrelli), questo ulteriore elemento di selezione lo avrebbe gradito di più. Ai tifosi norvegesi cambia poco, loro sono sempre presenti, entusiasti, colorati e rumorosi: una garanzia che sta facendo di questo mondiale un magnifico spot per la passione ciclistica, relegando all'oblio il deserto di 12 mesi fa a Doha. I tifosi stranieri, meno temprati a queste latitudini, saranno invece più sollevati. Per gli spettatori da casa cambia poco, ma si torna al punto di partenza: una corsa fredda, ventosa e piovosa è molto spesso più spettacolare, e con una piccola punta di sadismo è questo che ci si augura dal caldo del divano. Lo spettacolo arriverà ugualmente dalle immagini dei fiordi di Bergen, dalle isole nel Mare del Nord in partenza, da barche e sirene che accompagneranno il gruppo sino a Bergen, per poi passare il testimone a colori, trombe e bandiere.

Il percorso resta un'incognita. Presentato come un mondiale adeguato ai velocisti locali, con il tempo tutte le nazionali più importanti hanno via via lasciato a casa le loro ruote veloci per puntare su profili più da classica. A conti fatti, sono rimaste in tre le squadre degli sprinter: la Norvegia di Alexander Kristoff, la Colombia di Fernando Gaviria, l'Australia di Michael Matthews (che già è un velocista atipico) e l'Italia di Elia Viviani (che parte però con numerose soluzioni alternative). Sono bastate le ricognizioni a far cambiare idea a tutti? Le difficoltà altimetriche a prima vista continua a non spaventare molto, un po' più di timore arriva dal primo tratto esposto al vento del mare, ma dall'ingresso del circuito al termine restano 220 chilometri: 11 giri ad abbracciare la città di Bergen, caratterizzati da un passaggio in pavè ordinato e scorrevole e da una salita di soli 1500 metri con pendenza media del 6.5%. Poco per pensare ad una corsa ad eliminazione. L'incognita viene piuttosto dalla planimetria: il circuito conta una trentina di curve a giro, concentrate soprattutto nei cinque chilometri finali. Se è vero che non sarà facile avvantaggiarsi sul gruppo, altrettanto difficile sarà inseguire.

Che corsa aspettarsi, quindi, per domenica? La scelta di tanti di lasciare a casa i velocisti obbligherà le formazioni più attrezzate a cercare di frantumare il gruppo o di inserirsi nelle fughe. Aspettiamoci attacchi anche numerosi quindi, con il rischio non raro ai mondiali di vedere andar via un gruppo di qualche decina di corridori e di rivederne i primi sul podio. Il Belgio ha una nazionale talmente forte da far impressione, la Francia è piena di guastatori, Paesi Bassi e Polonia sono compatti intorno a leader fenomenali quali Tom Dumoulin e Michał Kwiatkowski, la Norvegia ha una seconda punta obbligata all'attacco come Edvald Boasson Hagen, l'Italia ha almeno quattro soluzioni alternative alla volata, la Spagna è talmente spuntata da poter correre senza catene. E poi ci sono i corridori che dovranno cavarsela da soli o male accompagnati, come Michael Albasini o Peter Sagan, uno che a vincere i mondiali pare averci preso gusto.


I nostri favoriti:

***** Peter Sagan, Edvald Boasson Hagen
**** Tom Dumoulin, Michael Matthews, Alexander Kristoff, Michał Kwiatkowski
***  Julien Alaphilippe, Matteo Trentin, Greg van Avermaet, Fernando Gaviria
**   Bob Jungels, Oliver Naesen, Tim Wellens, Philippe Gilbert, Sonny Colbrelli, Michael Albasini
*    Elia Viviani, Gianni Moscon, José Joaquín Rojas, Dylan Teuns, Michael Valgren Andersen, Matej Mohoric, Tony Gallopin



La lista completa dei partecipanti:

Slovacchia
1 Peter Sagan
2 Erik Baska
3 Marek Canecky
4 Michal Kolar
5 Juraj Sagan
6 Patrik Tybor

Belgio
7 Tiesj Benoot
8 Philippe Gilbert
9 Jens Keukeleire
10 Oliver Naesen
11 Jasper Stuyven
12 Dylan Teuns
13 Greg van Avermaet
14 Julien Vermote
15 Tim Wellens

Italia
16 Daniele Bennati
17 Alberto Bettiol
18 Sonny Colbrelli
19 Alessandro De Marchi
20 Gianni Moscon
21 Salvatore Puccio
22 Matteo Trentin
23 Diego Ulissi
24 Elia Viviani

Francia
25 Julian Alaphilippe
26 Warren Barguil
27 Lilian Calmejane
28 Tony Gallopin
29 Cyril Gautier
30 Alexis Gougeard
31 Olivier Le Gac
32 Anthony Roux
33 Julien Simon

Spagna
34 Jonathan Castroviejo
35 David De La Cruz
36 Imanol Erviti
37 Jesús Herrada
38 Gorka Izagirre
39 Lluís Mas
40 José JoaquimRojas
41 Luis Leòm Sánchez
42 Marc Soler

Colombia
43 Fernando Gaviria Rendon
44 Sebastian Henao Gomez
45 Sergio Luis Henao Montoya
46 Juan Sebastian Molano Benavides
47 Jarlinson Pantano Gomez
48 Nairo Quintana
49 Jhonatan Restrepo Valencia
50 Nelson Andres Soto Martinez
51 Rigoberto Urán

Paesi Bassi
52 Lars Boom
53 Koen De Kort
54 Tom Dumoulin
55 Sebastian Langeveld
56 Bauke Mollema
57 Wout Poels
58 Niki Terpstra
59 Jos Van Emden
60 Danny Van Poppel

Australia
61 Simon Clarke
62 Mitchell Docker
63 Luke Durbridge
64 Jack Haig
65 Heinrich Haussler
66 Mathew Hayman
67 Michael Matthews
68 Jay Mc Carthy
69 Rory Sutherland

Gran Bretagna
70 Adam Blythe
71 Mark Christian
72 Jonathan Dibben
73 Owain Doull
74 Tao Geoghegan Hart
75 Peter Kennaugh
76 Ian Stannard
77 Ben Swift
78 Scott Thwaites

Germania
79 Nikias Arndt
80 Marcus Burghardt
81 Johannes Fröhlinger
82 Simon Geschke
83 Paul Martens
84 Tony Martin
85 Nils Politt
86 Jasha Sütterlin
87 Rick Zabel

Norvegia
88 Odd Christian Eiking
89 Edvald Boasson Hagen
90 Daniel Hoelgaard
91 Amund Grondahl Jansen
92 August Jensen
93 Truls Korsaeth
94 Alexander Kristoff
95 Vegard Stake Laengen
96 Kristoffer Skjerping

Polonia
97 Maciej Bodnar
98 Michał Gołaś1
99 Michał Kwiatkowski
100 Maciej Paterski
101 Paweł Poljański
102 Łukasz Wiśniowski

Slovenia
103 Luka Mezgec
104 Matej Mohoric
105 Luka Pibernik
106 Jan Polanc
107 Primož Roglič
108 Jan Tratnik

Irlanda
109 Conor Dunne
110 Daniel Martin
111 Sean Mckenna
112 Ryan Mullen
113 Nicolas Roche
114 Damien Shaw

Danimarca
115 Christopher Juul Jensen
116 Søren Kragh Andersen
117 Michael Mørkøv
118 Magnus Cort Nielsen
119 Mads Pedersen
120 Michael Valgren Andersen

Svizzera
121 Michael Albasini
122 Silvan Dillier
123 Stefan Küng
124 Fabian Lienhard
125 Gregory Rast
126 Michael Schär

Russia
127 Maxim Belkov
128 Sergej Vital'evič Černeckij
129 Viacheslav Kuznetsov
130 Alexander Porsev
131 Ivan Savitckii
132 Il'nur Zakarin

Repubblica Ceca
133 Jan Barta
134 Josef Cerny
135 Roman Kreuziger
136 Jiri Polnicky
137 Zdeněk Štybar
138 Petr Vakoč

Stati Uniti d'America
139 Nathan Brown
140 Alex Howes
141 Kiel Reijnen
142 Joseph Rosskopf
143 Tejay Van Garderen
144 Alexey Vermeulen

Portogallo
145 Rui Alberto Faria da Costa
146 José Gonçalves
147 Ruben Guerreiro
148 Tiago Machado
149 Nelson Oliveira
150 Ricardo Vilela

Lussemburgo
151 Jean-Pierre Drucker
152 Bob Jungels
153 Alex Kirsch

Austria
154 Stefan Denifl
155 Marco Haller
156 Lukas Pöstlberger

Canada
157 Guillaume Boivin
158 Antoine Duchesne
159 Hugo Houle

Sudafrica
160 Daryl Impey
161 Reinardt Janse Van Rensburg
162 Willem Jakobus Smit

Ucrania
163 Andrey Grivko
164 Kostyantyn Rybaruk
165 Stanislau Bazhkou

Bielorusia
166 Vasil Kiryienka
167 Yauhen Sobal

Kazakhistan
168 Zhandos Bizhigitov
169 Dmitriy Gruzdev
170 Alexey Lutsenko

Nuova Zelanda
171 Jack Bauer
172 Patrick Bevin
173 Dion Smith

Eritrea
174 Natnael Berhane
175 Mekseb Debesay
176 Werkilul Amanuel Ghebreigzabhier

Estonia
177 Alo Jakin
178 Aksel Nommela
179 Mihkel Raim

Lettonia
180 Krists Neilands
181 Aleksejs Saramotins

Marocco
182 Salaheddine Mraouni

Romania
183 Serghei Tvetcov

Lituania
184 Ignatas Konovalovas

Argentina
185 Maximiliano Ariel Richeze
186 Eduardo Sepulveda

Costa Rica
187 Andrey Amador

Giappone
188 Yukiya Arashiro

Ruanda
189 Valens Ndayisenga

Svezia
190 Tobias Ludvigsson
191 Kim Magnusson

Azerbaigian
192 Elchin Asadov

Grecia
193 Charalampos Kastrantas

Hong Kong
194 King Lok Cheung

Finlandia
195 Matti Manninen

Albania
196 Eugert Zhupa