GP Plouay, la festa del ciclismo francese

25.08.2017

Spente lo scorso anno le ottanta candeline, il GP Plouay è ormai a pieno titolo una classica del ciclismo mondiale. Lo testimonia la sua lunga storia e soprattutto un albo d'oro che nell'ultimo trentennio si è popolato di campioni: da Sean Kelly ad Alexander Kristoff, da Vincenzo Nibali e Frank Vandenbroucke, da Luc Leblanc ad Andrei Tchmil. Ma lo testimonia soprattutto la partecipazione a questa corsa, cresciuta sempre più sino ad arrivare alla festa di popolo che la accompagna ormai da anni. Un fatto che non stupisce, perchè la Bretagna è la regione più ciclistica di Francia.

Qui il ciclismo è qualcosa di più di uno sport, è una passione e una tradizione, un rito a cui partecipa una regione intera, e che a Plouay trova la sua celebrazione per quattro giorni di fila, tra gare giovanili e feste, sino ad arrivare alle due prove di punta: il Grand Prix Plouay - Lorient Agglo (inserito nel Women's World Tour) e la Bretagne Classic Ouest-France, nuova denominazione dello storico GP Plouay dei professionisti. Il fine settimana di Plouay è capace di raccogliere sino a 300'000 spettatori, una cifra rafforzata dal 2008, da quando la corsa è entrata a far parte del calendario del World Tour.

Il cambio recente non è stato relativo solo al nome, ma si è accompagnato ad un cambio di percorso. Dopo una lunga storia in circuito, che ne aveva fatto la più grande prova in circuito al mondo, oggi la Bretagne Classic si disputa su un tracciato prevalentemente in linea, con un solo circuito finale di 14 chilometri. Un tracciato sicuramente più selettivo, con tanto di ascelsa sulla côte del Mûr-de-Bretagne, che dodici mesi fa marcò la definitiva esplosione di Oliver Naesen. Le ruote veloci però non si arrenderanno facilmente, e basta dare una scorsa alla lista dei partenti per accorgersi di come al via ci siano quasi tutti i migliori velocisti al mondo, pronti a lottare per la vittoria ma anche a tener calda la gamba per il mese che li separa dal mondiale di Bergen.


La Bretagne Classic Ouest-France - GP Plouay sarà trasmessa da Bike Channel, canale Sky 214, domenica 24 agosto in leggera differita. Collegamento dalle 16:20 (al termine della coppa del mondo di MTB) con telecronaca di Maurizio Bellin.


Squadre partecipanti (e principali iscritti):
AG2R (Oliver Naesen, Christophe Riblon, Mathias Frank);
Cannondale (Sep Vanmarcke, Alberto Bettiol, Sebastian Langeveld, Dylan van Baarle);
FDJ (Arnaud Démare, David Gaudu, Davide Cimolai, Olivier Le Gac);
Astana (Matti Beschel, Michael Valgren, Oscar Gatto, Moreno Moser);
LottoNL-Jumbo (Primož Roglič, Thomas Leezer, Enrico Battaglin);
BMC (Greg Van Avermaet, Dylan Teuns, Silvain Dillier, Jean-Pierre Drucker);
Bahrain (Sonny Colbrelli, Grega Bole, Enrico Gasparotto, Heinrich Haussler);
Bora (Sam Bennett, Lukas Pöstlberger, Matteo Pelucchi, Marcus Burghardt);
Dimension Data (Edvald Boasson Hagen, Scott Thwaites, Nathan Haas);
Lotto Soudal (Tiesj Benoot, Tony Gallopin, Tim Wellens, Sean De Bie);
Movistar (Jesús Herrada, Andrey Amador, Daniele Bennati, Jonathan Castroviejo);
Quick-Step (Philippe Gilbert, Fernando Gaviria, Zdeněk Štybar, Gianluca Brambilla);
Orica (Michael Albasini, Simon Gerrans, Caleb Ewan, Alexander Edmondson);
Direct Energie (Bryan Coquard, Lilian Calmejane, Sylvain Chavanel, Thomas Boudat);
Katusha (Alexander Kristoff, Viacheslav Kuznetsov, Rick Zabel);
Bardiani (Vincenzo Albanese, Nicola Boem, Mirco Maestri, Lorenzo Rota);
Sky (Michał Kwiatkowski, Elia Viviani, Peter Kennaugh, Danny van Poppel);
UAE Team Emirates (Diego Ulissi, Marco Marcato, Valerio Conti, Simone Consonni);
Fortuneo (Daniel McLay, Florian Vachon, Armindo Fonseca, Kévin Ledanois);
Cofidis (Nacer Bouhanni, Florian Sénéchal, Clément Venturini, Georrey Soupe);
Sunweb (Michael Matthews, Simon Geschke, Nikias Arndt, Roy Curvers);
Trek (Jasper Stuyven, Fabio Felline, Bauke Mollema, Marco Coledan);
Wilier (Filippo Pozzato, Ilia Koshevoy, Matteo Busato, Julen Amezqueta);
Wanty (Yoann Offredo, Guillame van Keirsbulck, Guillame Martin);
Delko (Mauro Finetto, Rémy Di Grégorio, Julien El Fares, Angel Madrazo).

Albo d'oro recente:
2007 - 1. Thomas Voeckler, 2. Thor Hushovd, 3. Danilo Di Luca;
2008 - 1. Pierrick Fédrigo, 2. Alessandro Ballan, 3. David López García;
2009 - 1. Simon Gerrans, 2. Pierrick Fédrigo, 3. Paul Martens;
2010 - 1. Matthew Goss, 2. Tyler Farrar, 3. Yoann Offredo;
2011 - 1. Grega Bole, 2. Simon Gerrans, 3. Thomas Voeckler;
2012 - 1. Edvald Boasson Hagen, 2. Rui Costa, 3. Heinrich Haussler;
2013 - 1. Filippo Pozzato, 2. Giacomo Nizzolo, 3. Samuel Dumoulin;
2014 - 1. Sylvain Chavanel, 2. Andrea Fedi, 3. Arthur Vichot;
2015 - 1. Alexander Kristoff, 2. Simone Ponzi, 3. Ramūnas Navardauskas;
2016 - 1. Oliver Naesen, 2. Alberto Bettiol, 3. Alexander Kristoff.