Tour: tante fughe, poco fair play

16.07.2017

Ci ha messo metà corsa il Tour de France 2017 a divincolarsi dal gioco del fair play, ma sulle dolci rampe del Massiccio Centrale lo ha fatto senza più remore. Merito di una classifica corta, di una tensione sempre presente in gruppo, di una tappa che finalmente -per la prima volta!- ha visto andare via una fuga vera: uomini forti, vantaggio consistente, voglia di rischiare. Davanti c'è gente come Warren Barguil, che cerca i punti per la maglia a pois (presi), c'è Damiano Caruso che vorrebbe enrere in top ten (e ce la fa), c'è Diego Ulissi per la tappa (niente da fare), c'è Thomas de Gendt per andare sempre in fuga (ovviamente). E poi Primož Roglič, Thibaut Pinot, Tony Gallopin, Lilian Calméjane, Alessandro De Marchi, Tiesj Benoot, Serge Pauwels... tutti dietro alla locomotiva Tony Martin. E poi c'è Bauke Mollema, che doveva correre il Tour in appoggio ad Alberto Contador e invece oggi corre per se'. E vince per se'.

Dietro c'è un gruppo tirato dannatamente forte dall'Ag2r di Romain Bardet. Talmente forte che stuzzica la sorte, che oggi va a colpire proprio Froome: appiedato all'inseguimento. Non rallenta nessuno, perchè c'è un Tour da giocarsi: rallenta solo Nairo Quintana, ma è per mancanza di gambe, e da oggi anche di sogni in giallo, definitivamente. Rallentano anche i compagni di Froome, che sudando ogni goccia riportano sotto la maglia gialla e rimettono il Tour in carreggiata. Poco importa che Daniel Martin oggi abbia guadagnato una manciata di secondi. La maglia gialla è sempre loro, ma il segnale è chiaro: da oggi non si potrà mai tirare il fiato. A parte domani, che è giorno di riposo, ma è un giorno soltanto.


Ordine d'arrivo:
01. Bauke Mollema 04h41'47"
02. Diego Ulissi a 19"
03. Tony Gallopin st
04. Primož Roglič
05. Warren Barguil a 23"
06. Nicolas Roche a 01'
07. Lilian Calmejane a 01'04"
08. Jan Bakelants st
09. Thibaut Pinot
10. Serge Pauwels

Classifica generale:
01. Christopher Froome 64h40'21"
02. Fabio Aru a 18"
03. Romain Bardet a1 23"
04. Rigoberto Urán a 29"
05. Daniel Martin a 01'12"
06. Mikel Landa a 01'17"
07. Simon Yates a 02'02"
08. Louis Meintjes a 05'09"
09. Alberto Contador a 05'37"
10. Damiano Caruso a 06'05"




Filippo Cauz
(foto e video via A.S.O.)