Da Roto la nuova copertura per freni a disco

12.07.2017

L'introduzione dei freni a disco per bici da corsa anche in competizione ha portato negli ultimi anni a gravi infortuni e forti lamentele da parte dei corridori. Più volte negli ultimi mesi si è assistito a una sorta di scontro tra l'Unione Ciclistica Internazionale, che spinge per accogliere le ultime novità del mercato, e associazioni dei corridori, preoccupate per la sicurezza che comportano queste lame rotanti incandescenti specialmente in caso di cadute.

Oggi una soluzione arriva dall'Italia. L'azienda bolognese Roto ha lanciato infatti una nuova copertura per i dischi in grado di combinare innovazione e sicurezza. Solo chi è caduto e ha toccato sfortunatamente i dischi dei freni sa infatti quanto ustionano e quanto possono essere taglienti. Succede molto più spesso di quanto si possa immaginare, con ferite anche di forte entità. Per questo Roto ha ideato questi nuovi copri dischi, facili da montare, leggeri ed estremamente efficaci. In grado di far dimenticare il problema del contatto con i dischi dei freni. Il componente è già stato approvato dalla stessa Unione Ciclistica Internazionale, e potrebbe esordire già dal prossimo anno anche come sperimentazione in corsa.