Un documentario sulla Volta a Portugal

29.06.2017

Daniele Coltrinari e Luca Onesti hanno seguito per quattro anni consecutivi la Volta a Portugal e averla raccontata nel loro libro "C'era una Volta in Portogallo" (Tuga Edizioni, 2016), i due appassionati di ciclismo lusitano hanno un progetto ancora più ambizioso: un documentario dedicato al giro ciclistico a tappe più importante del Portogallo, visto dagli occhi di due italiani.

Di "C'era una Volta in Portogallo" vi abbiamo già parlato più volte, del ruolo misterioso del ciclismo portoghese e di come i due amici italiani abbiano raccontato attraverso la corsa un Paese e i propri sogni. Il loro infatti non è un reportage dell'evento sportivo, ma un viaggio nel paese lusitano: città e luoghi dove passa il giro, le tradizioni, le feste popolari, la gastronomia e i costumi di un Portogallo meno conosciuto e bellissimo, soprattutto del centro nord, dove si svolge principalmente il giro ciclistico.

Daniele Coltrinari e Luca Onesti ripartiranno anche quest'anno, dal 4 al 15 agosto, per la Volta, giunta al novantesimo anno di vita (la prima edizione fu nel 1927) e alla sua 79° edizione, ma la seguiranno cambiando il mezzo narrativo, passando dal reportage scritto a quello video, con interviste a protagonisti e tifosi, ma anche e soprattutto realizzando un film on the road, tra città storiche, feste popolari e paesaggi naturali. Per riuscire nel loro intento, però, i due appassionati hanno bisogno di un supporto concreto.

I due appassionati di ciclismo lusitano hanno lanciato una campagna di crowdfunding a questa pagina. Le ricompense previste per i donatori sono il link dove vedere il film (uscita prevista tra dicembre 2017 e maggio 2018), il libro "C'era una Volta in Portogallo" e le magliette del progetto.