Un Tour de France con tanta Italia al via

28.06.2017

A scorrere la starting list del Tour de France 2017, in partenza tra tre giorni da Düsseldorf, c'è un dato sorprendente che balza all'occhio: il numero di corridori italiani. Una cifra che stupisce non tanto per l'aspetto meramente numerico, saranno 18 i rappresentanti del Belpaese alla Grande Boucle, ma per il momento storico in cui la si registra. In una fase di crisi nera e contrazione del ciclismo italiano, infatti, il numero di partecipanti al Tour torna ad aumentare. Addirittura gli italiani saranno la seconda delegazione più numerosa al via, dietro ovviamente ai francesi ma davanti a paesi ben più solidi nel ciclismo attuale come Belgio (16 partecipanti), Germania (16) e Paesi Bassi (15).

Freniamo subito i facili entusiasmi, dei 18 italiani al via quasi nessuno ha grandi possibilità di alzare le braccia al cielo. Dopo il minimo storico del Giro d'Italia (una sola vittoria di tappa e un posto sul podio), al Tour ci proveranno Fabio Aru, con un occhio anche alla classifica generale, Sonny Colbrelli, Fabio Felline e Diego Ulissi. Con gli ultimi tre schiacciati da un percorso che pende molto dalla parte dei velocisti puri, con soltanto una o due tappe intermedie, adatte a corridori da classiche, dove la concorrenza sarà ai massimi livelli. Più facile sarà inseguire una vittoria in fuga, e non c'è corsa al mondo più esaltante per i fuggitivi del Tour de France, con quei lunghi pomeriggi bollenti, in diretta tv in tutto il mondo, a pedalare tra i girasoli e inseguire speranze che non di rado si realizzano. Gianluca Brambilla, Alessandro De Marchi, Marco Marcato, Alberto Bettiol e forse anche Andrea Pasqualon proveranno a buttarsi al vento, l'importante è non avere paura.

Seppur con poche speranze di trionfo, il ciclismo italiano avrà però un ruolo importante anche in questa edizione. Dal nostro paese infatti emergono sempre più gregari di grande qualità, specialisti non del successo personale ma del lavoro di squadra, ricercati ormai anche dalle principali formazione internazionali. Che in mancanza di squadre italiane nel World Tour possa essere questo il futuro del nostro ciclismo? Sicuramente è un'ottima fotografia del presente. Lo testimoniano il ruolo di Fabio Sabatini e Matteo Trentin nel treno di Marcel Kittel e quello di Jacopo Guarnieri e Davide Cimolai per Arnaud Démare, l'importanza di spalle come Damiano Caruso e Dario Cataldo nell'assalto alla maglia gialla di Richie Porte e dei capitani Astana e la presenza di un vero uomo-squadra come Daniele Bennati nella Movistar di Nairo Quintana e Alejandro Valverde, mentre Manuele Mori e Matteo Bono lavoreranno nella formazione più italiana del gruppo, la UAE Emirates di Beppe Saronni.

Era dal 2013 che non si registravano 18 italiani al via della più importante corsa della stagione... e se vogliamo può essere preso come un buon segno, con un po' di scaramanzia. Un anno più tardi l'Italia sarebbe tornata a vincere la Grande Boucle con Vincenzo Nibali.



La starting list completa del Tour de France numero 104:

AG2R
Romain Bardet
Pierre Latour
Alexis Vuillermoz
Oliver Naesen
Mathias Frank
Axel Domont
Jan Bakelants
Ben Gastauer
Cyril Gautier

Astana
Fabio Aru
Jakob Fuglsang
Dario Cataldo
Alexey Lutsenko
Michael Valgren Andersen
Andrey Zeits
Andriy Grivko
Bakhtiyar Kozhatayev
Dmitriy Gruzdev

Bahrain-Merida
Ondřej Cink
Grega Bole
Sonny Colbrelli
Tsgabu Grmay
Ion Izagirre
Borut Božič
Janez Brajkovič
Javier Moreno
Yukia Arashiro

BMC
Damiano Caruso
Richie Porte
Nicolas Roche
Greg Van Avermaet
Stefan Küng
Danilo Wyss
Amaël Moinard
Alessandro De Marchi
Michael Schär

Bora-Hansgrohe
Maciej Bodnar
Emanuel Buchmann
Marcus Burghardt
Rafał Majka
Jay McCarthy
Paweł Poljański
Peter Sagan
Juraj Sagan
Rüdiger Selig

Cannondale
Taylor Phinney
Pierre Rolland
Andrew Talansky
Rigoberto Uran
Dylan Van Baarle
Patrick Bevin
Simon Clarke
Nathan Brown
Alberto Bettiol

Cofidis
Nacer Bouhanni
Dimitri Claeys
Christophe Laporte
Cyril Lemoine
Luis Ángel Maté
Daniel Navarro
Florian Sénéchal
Julien Simon
Nicolas Edet

Dimension Data
Edvald Boasson Hagen
Mark Cavendish
Serge Pauwels
Bernard Eisel
Reinardt Janse van Rensburg
Mark Renshaw
Scott Thwaites
Jaco Venter
Stephen Cummings

Direct Énergie
Lilian Calmejane
Sylvain Chavanel
Thomas Voeckler
Thomas Boudat
Yohann Gène
Adrien Petit
Perrig Quéméneur
Romain Sicard
Angelo Tulik

FdJ
Davide Cimolai
Arnaud Démare
Jacopo Guarnieri
Thibaut Pinot
Arthur Vichot
Mickaël Delage
Ignatas Konovalovas
Olivier Le Gac
Rudy Molard

Fortuneo
Maxime Bouet
Romain Hardy
Daniel Mclay
Eduardo Sepúlveda
Brice Feillu
Elie Gesbert
Laurent Pichon
Pierre-Luc Perichon
Florian Vachon

Lotto
Lars Ytting Bak
Tiesj Benoot
Thomas De Gendt
Tony Gallopin
André Greipel
Adam Hansen
Marcel Sieberg
Jurgen Roelandts
Tim Wellens

Movistar
Andrey Amador
Daniele Bennati
Carlos Alberto Betancur
Jonathan Castroviejo
Imanol Erviti
Jesús Herrada
Nairo Quintana
Jasha Sütterlin
Alejandro Valverde

Orica
Michael Albasini
Johan Esteban Chaves
Roman Kreuziger
Simon Yates
Damien Howson
Daryl Impey
Mathew Hayman
Jens Keukeleire
Luke Durbridge

Quick-Step
Gianluca Brambilla
Philippe Gilbert
Marcel Kittel
Daniel Martin
Fabio Sabatini
Matteo Trentin
Jack Bauer
Zdeněk Štybar
Julien Vermote

Katusha
Alexander Kristoff
Tony Martin
Marco Haller
Reto Hollenstein
Robert Kišerlovski
Maurits Lammertink
Tiago Machado
Nils Politt
Rick Zabel

LottoNL - Jumbo
George Bennett
Robert Gesink
Dylan Groenewegen
Tom Leezer
Paul Martens
Primož Roglič
Timo Roosen
Jos van Emden
Robert Wagner

Sky
Christopher Froome
Sergio Luis Henao
Luke Rowe
Mikel Landa
Geraint Thomas
Vasil Kiryienka
Michał Kwiatkowski
Mikel Nieve
Christian Knees

Sunweb
Nikias Arndt
Warren Barguil
Roy Curvers
Simon Geschke
Michael Matthews
Ramon Sinkeldam
Laurens ten Dam
Mike Teunissen
Albert Timmer

Trek
Haimar Zubeldia
Alberto Contador
John Degenkolb
Fabio Felline
Bauke Mollema
Jarlinson Pantano
Markel Irizar
Koen de Kort
Michael Gogl

Team UAE Abu Dhabi
Darwin Atapuma
Vegard Stake Laengen
Louis Meintjes
Manuele Mori
Ben Swift
Diego Ulissi
Matteo Bono
Kristijan Đurasek
Marco Marcato

Wanty
Frederik Backaert
Thomas Degand
Guillaume Martin
Marco Minnaard
Yoann Offredo
Andrea Pasqualon 
Guillaume Van Keirsbulck
Pieter Vanspeybrouck
Dion Smith