"Il corno di Orlando", la vita di Bottecchia

21.06.2017

Il 15 giugno sono trascorsi esattamente 90 anni dalla morte di Ottavio Bottecchia, vera leggenda del ciclismo italiano. Per celebrare la memoria di questa figura fondamentale del nostro ciclismo, 66thand2nd ha affidato alla classe di Claudio Gregori un lungo racconto che ne ripercorre le vicende, le vittorie e i misteri.

Ottavio Bottecchia, il signore delle vette, l'eroe dei Pirenei, come Orlando a Roncisvalle. «Botescià» lo chiamavano i tifosi francesi: primo italiano a trionfare al Tour, vestendo la maglia gialla dalla prima all'ultima tappa. Ma Bottecchia è soprattutto un mistero. Un mistero tecnico, con quelle fughe irresistibili nella corsa più impervia del mondo. E un mistero come uomo: emigrante fantasma in terra di Francia, eroe di guerra, scomparso all'improvviso in un giorno di giugno durante un allenamento solitario. Una caduta, un delitto passionale, una storia di scommesse, un agguato politico? A novant'anni dalla morte, demistificando le ricostruzioni più fantasiose, Claudio Gregori riscrivere la storia definitiva di uno dei più grandi campioni del pedale, un Cyrano sgraziato con gli occhiali da aviatore e il tubolare a tracolla, capace però di comandare il Tour più a lungo di Coppi e Bartali.

Claudio Gregori (Trento, 1945), archeologo dello sport, ha lavorato per quattro quotidiani, tra cui La Gazzetta dello Sport e Il Giornale di Montanelli. Ha seguito dodici Olimpiadi, ventisei Giri d'Italia e tre Tour, oltre a mondiali di calcio, nuoto, ciclismo, sci, atletica, scherma e ginnastica. Per 66thand2nd ha pubblicato nel 2015 l'apprezzatissimo "Merckx, il Figlio del tuono".


«Un superbo narratore imprestato per cinquant’anni al giornalismo sportivo».
Stefano Tettamanti, pagina99



Il corno di Orlando - Vita, morte e misteri di Ottavio Bottecchia
di Claudio Gregori
edizioni 66thand2nd
pagine 536, prezzo € 22
in libreria dal 22 giugno
maggiori informazioni sul sito di 66thand2nd