Europei MTB, il testimonial è Fontana

16.06.2017

Sarà il capitano della nazionale azzurra XCO Marco Aurelio Fontana, bronzo olimpico di Londra 2012, a tenere a battesimo l'atteso evento agonistico che a Darfo Boario Terme dal 27 al 30 luglio metterà in palio i titoli continentali per le specialità XCR (team relay), XCE (eliminator) ed XCO (cross country olimpico) .

I presupposti che avviano i "2017 UEC Mountain Bike European Championships" ad essere uno degli appuntamenti più importanti ed attesi nel panorama mondiale del ciclismo fuoristrada non mancano e le aspettative del comitato organizzatore diretto dall'AS Boariodi patron Ezio Maffi sono altissime: «Per la nostra società ma anche per Darfo Boario Terme questa riassegnazione in extremis da parte dell'Union Européenne de Cyclisme (UEC) è stata accolta come una grande sfida - ha commentato il presidente Maffi - abbiamo un gruppo giovane, preparato e molto motivato che sta lavorando giorno e notte per garantire un evento degno de nome che porta. E per un appuntamento così prestigioso non potevamo che avere un campione come Marco Aurelio Fontana al nostro fianco».

Proprio il corridore della Bianchi è stato il primo biker a poter visionare in anteprima esclusiva il nuovissimo tracciato che ospiterà la rassegna continentale. Un tracciato pensato, progettato e realizzato in tempi da record, un tracciato che lascia trasparire chiaramente tutta la sua qualità ed il suo valore in termini di spettacolo e contenuti tecnici: «Devo ammettere che il primo ad esserne positivamente sorpreso sono proprio io - sono le parole di Marco Aurelio Fontana dopo il sopralluogo - oltre ad aver piacevolmente trovato un'organizzazione dinamica ed efficiente mi si è presentato sotto le ruote un tracciato che, devo dirlo, non ha nulla da invidiare ad alcuni dei più blasonati palcoscenici mondiali».

«I ragazzi dell'AS Boario si stanno dando davvero un gran da fare ed i risultati si vedono - conclude Fontana - ci sarà di che divertirsi, e non mi riferisco solo ai piloti che qui troveranno una pista davvero tosta e assolutamente "rock". I presupposti per uno spettacolo ad altissimi livelli ci sono tutti, l'adrenalina scorrerà a fiumi ed i tifosi non rimarranno certo delusi. Per me è quindi un orgoglio oltre che un grande piacere poter essere testimonial ufficiale di un così importante evento, soprattutto perché si tratta di un campionato europeo che avrà le sembianze di un "mini campionato del mondo" stando alle prime conferme di partecipazione. Un appuntamento ancor più sentito da me ma anche da tutti gli azzurri considerando che si corre in casa e, credetemi, non è poco!».