Coppa del Mondo XCO: si va ad Albstadt

25.05.2017

(articolo scritto in collaborazione con redbull.com)


Dopo solo una settimana dalla tappa d'apertura di Nove Mesto ecco che torna la World Cup XCO con il secondo round, che si correrà sul tracciato familiare di Albstadt, nella Germania sud-occidentale. Questa sarà la quinta volta che la cittadina tedesca ospita la Coppa del Mondo da quando è diventato un appuntamento fisso nel 2013. La prova sarà trasmessa in diretta da Bike Channel domenica 28 maggio: la gara femminile è in programma a partire dalle 11, invece quella maschile dalle ore 14. Per domande dal vivo alla nostra telecronista Ilenia Lazzaro scrivete via Twitter con l'hashtag #AskBikeChannel.


Dove siamo
Il tracciato di gara parte in città e si snoda poi nella foresta circostante. La posizione centrale sembra inizialmente strana per ospitare una gara di cross country, con il cancelletto di partenza situato tra una palestra e una chiesa. Ma un enorme bosco e una fitta rete sentieristica nel pressi della cittadina rappresentano il luogo ideale sia per gli atleti sia per gli spettatori, con una folla enorme che solitamente si raccoglie per le competizioni principali.

Il tracciato di gara
Il percorso presenta due salite principali, entrambe lunghe e ripide, mentre le discese sono veloci e tecniche, favorendo gli atleti disposti a correre rischi per guadagnare qualche secondo. Quest'anno sono stati fatti dei cambiamenti, in vista dei Campionati del Mondo XCO che si terranno nel 2020, per fare ancora più felici rider e spettatori.
Con le modifiche nel tratto iniziale sarà più facile godere della competizione, evitando che gli atleti scompaiano dalla vista come accade al momento, quando affrontano la prima salita di ghiaia nel bosco. Per vivacizzare la discesa è stato invece creato un nuovo rock garden, che porterà lo spettacolo a livelli mai raggiunti prima.

Chi ha vinto l'ultima volta
L'anno scorso abbiamo assistito a una delle tante sfide corpo a corpo tra Nino Schurter e Julien Absalon, con i due campioni che si sono giocati la vittoria allo sprint dopo una serrata lotta durata sei giri. Solo grazie a un colpo di reni decisivo Nino è riuscito a precedere di un soffio il rivale di sempre.
La gara femminile ha visto affermarsi Jenny Rissveds sul palcoscenico di più alto livello. La svedese ha recuperato da una caduta avvenuta durante il primo giro, chiudendo al secondo posto. Ma è stata la danese Annika Langvad a dominare la gara, condotta in testa dall'inizio e chiusa con un vantaggio di un minuto e 25 secondi sulla Rissveds.

I favoriti della vigilia
Annika Langvad è in ottima forma dopo la vittoria di Nove Mesto lo scorso fine settimana. La canadese Catharine Pendrel ha mostrato un'ottima condizione in Repubblica Ceca, prima che un guasto meccanico ponesse fine alla sua gara. Ci aspettiamo un'altra competizione ai massimi livelli dalla tedesca Sabine Spitz, che punta a fare felici i suoi tifosi nella gara di casa. L'anno scorso ha chiuso al quarto posto, mentre lo scorso weekend ha conquistato il secondo gradino del podio. Mancherà un nome importante, quello di Jenny Rissveds, assente per motivi personali.
In campo maschile Nino Schurter è ovviamente il favorito, ma le due lunghe salite sono congeniali al fisico possente di Julien Absalon. Gli atleti più giovani stanno iniziando a lasciare il segno, con i connazionali di Absalon - Maxime Marotte, Jordan Sarrou e Stephane Tempier - che fanno parte di una nuova ondata francese in grado di puntare al gradino più alto del podio.




(testo e foto via Red Bull Team)