Super League Triathlon: Murray in testa

17.03.2017

E' cominciata questa mattina sulle spiagge di Hamilton Island, in Australia, la Super League Triathlon, competizione di tre giorni che culminerà nella finalissima di domenica mattina, in diretta dalle 07:30 su Bike Channel. A primeggiare al termine della giornata inaugurale è stato Richard Murray, atleta versatile e polivalente che è riuscito a nuotare, pedalare e correre (in tre ordini diversi) più forte di tutti gli avversari.

La prova Triple Mix ha visto gli atleti impegnati in tre tappe intervallate da pause di 10 minuti presi al passaggio del primo a transitare: nuoto/ciclismo/corsa per la prima frazione, corsa/ciclismo/nuoto per la seconda e ciclismo/nuoto/corsa nel finale. Murray ha concluso la prima serie in terza posizione dopo una grande rimonta in corsa dopo che Richard Varga aveva dominato a nuoto e la sessione ciclistica aveva visto la testa della corsa mischiarsi più volte fino a premiare Jake Birtwhistle davanti a Mario Mola.

La seconda semitappa è iniziata con una sessione di corsa aperta da due star del triathlon come Spencer Smith e Brad Bevan che hanno scandito il passo nella zona neutrale con i concorrenti che si sono disposti in ordine di classifica; una volta aperte le ostilità sono stati Ben Shaw e Birtwhistle ad emergere, con Fisher rientrato sui primi nella frazione in bici che ha visto la crisi del campione olimpico Alistair Brownlee. Il finale a nuoto ha visto però risalire il fenomenale Varga, che è arrivato a conquistare la semitappa davanti ad Andrea Salvisberg e Igor Polyanskiy.

La terza ed ultima semitappa è ricominciata dal ciclismo, con addirittura Robbie McEwen a guidare il passo in avvio sino al "chilometro zero" dove è partito l'attacco di Josh Amberger e Salvisberg, che è smontato di sella per primo e si è lanciato a tutta nella sezione di nuoto che ha visto nuovamente emergere il talento acquatico di Varga sino al comando, con Bailie alle sue spalle. La sorpresa è maturata però nel finale, quando Murray ha lanciato l'attacco decisivo grazie al quale è riuscito a sprintare sino alla testa della classifica, davanti a Varga e Bailie. Un trio che si ripete anche in classifica generale, nonostante i numerosi abbuoni conquistati da Varga.

"Avevo stabilito di partire senza forzare nel primo giorno, ma nell'ultima corsa ho notato che tutti i favoriti erano alle mie spalle, e ho capito che era il momento di attaccare", ha dichiarato Murray, che ha però voluto ridimensionare il doppiaggio inflitto a Brownlee nell'ultima tappa: "Non credo sia arrivato qui in grande condizione. Non posso negare sia stato un grande risultato per me, mi era già capitato solo quando lui stava rientrando da un infortunio. Ma è evidente che questo non è l'Alistair Brownlee che siamo abituati a vedere. Non mi posso esaltare per aver doppiato un avversario che probabilmente si trova al 50-70% di condizione".
Murray cercherà ora di conservare la condizione per l'Equalizer, la prova in due tappe in programma per domattina. "Sono molto felice per come è andata oggi, e cercherò di ottimizzare il recupero perchè nel giro di dieci ore dovremo essere pronti per la cronometro dell'Equalizer. Spero di riuscire a conservare una buona posizione di partenza per le frazioni del pomeriggio".

Alle spalle dei tre dominatori della prima giornata la classifica è ancora molto corta, con Mario Mola in quarta posizione davanti ad un entusiasmante Alessandro Fabian! Completano la top ten Javier Gomez, Fisher, Salvisberg, Birtwhistle e il jalapeño Crisanto Grajales Valencia.

La Super League Triathlon proseguirà domani con la tappa Equalizer e si chiuderà con la spettacolare Eliminator, che sarà trasmessa in diretta esclusiva da Bike Channel domenica mattina alle 07:30 (repliche alle 16 e alle 22) con telecronaca di Dario Nardone e Luca Gregorio. Interagite con la nostra diretta via Twitter usando l'hashtag #AskBikeChannel.




(tutte le foto sono di Dellyphotoninja per Super League Triathlon)