Novo Nordisk: ciclismo e diabete possono coesistere!

16.03.2017

Un team nato in punta di piedi, ma già in forte crescita. Con ambizione, passione e un messaggio sociale potente e preciso. E' il Team Novo Nordisk, la prima squadra professionistica con tutti atleti diabetici di tipo 1. Un modo per dire che, anche se "malati", si può fare sport ad alto livello. E senza paura. Basti pensare che nel mondo ci sono circa 400 milioni di persone che hanno il diabete, ma di queste quasi 180 milioni non sanno nemmeno di averlo. La sfida di Novo Nordisk sta anche in questo: usare lo sport per veicolare informazioni e concetti che sono a molte persone sconosciuti.

Dopo la partecipazione al Tour di Abu Dhabi e alla Tirreno-Adriatico, il team è pronto a tuffarsi nell'avventura della sua terza Milano-Sanremo. Magari non con l'obiettivo di vincerla, ma di ben figurare e farsi conoscere sempre di più. Il gruppo di 18 corridori, diretti dall’esperto ex-pro Massimo Podenzana (capace anche di vestire la maglia rosa con Franco Cribiori), riunisce atleti da dieci paesi diversi, fra cui i due italiani Umberto Poli e Andrea Peron.

Arrivato al quinto anno di attività nel mondo UCI, il Team Novo Nordisk si è messo in bella evidenza nel 2016 con alcuni risultati di primo piano in California, Corea ed Estonia. Un modo per fare gavetta e farsi le ossa nella corse "minori", così da poter arrivare pian piano alla ribalta del circuito delle gare World Tour.

E nell'epoca dei social network il Team Novo Nordisk ha dimostrato di essere all'avanguardia, avendo raggiunto in questi anni ben 58 milioni di utenti attraverso Facebook e Twitter. Un numero che fa di questo team la squadra più seguita al mondo da un punto di vista digitale. Segno che i risultati in strada contano ovviamente, ma soprattutto colpiscono le storie e le testimonianze che questi ragazzi possono portare nelle case di tutti. Ragazzi-atleti-professionisti che, per sopravvivere, devono fare quattro punture di insulina al giorno. E ragazzi che forse, proprio per questo, hanno una marcia in più.

E per rimarcare l'idea per cui anche col diabete si può fare tutto, l'hashtag che accompagnerà il team in tutto questo 2017 sarà #ChangingDiabetes, perchè questa è la sfida più grande che Novo Nordisk vuole vincere.

"Ho vinto tappe al Giro e al Tour da professionista, ma la gioia che mi trasmette il poter dirigere, stare al fianco e veder crescere questi ragazzi – ha sottolineato Podenzana - è un'emozione e una soddifazione che probabilmente superano i successi individuali". Una dichiarazione che identifica al meglio lo spirito con cui si lavora all'interno di questo team.

Il 2017 sarà dunque un altro anno in cui aggiungere tasselli e mattoncini nella costruzione di questo splendido progetto. Che nel 2020 potrebbe veder pedalare il Team Novo Nordisk sulle strade prestigiose del Tour de France...



 





Luca Gregorio
(foto di copertina dal sito teamnovonordisk.com)