Cape Epic: MTB e spettacolo

10.03.2017

Molti la considerano la gara a tappe in mountain bike più dura al mondo. Ma siccome sono in tanti a volersi arrogare questa definizione, è meglio dire che la Cape Epic è senza dubbio la più suggestiva, coinvolgente e meglio organizzata corsa di MTB del pianeta. E per di più con un parterre di partenti che, probabilmente, non ha eguali.

Anche l'edizione del 2017, in programma dal 19 al 26 marzo, non farà eccezioni in questo senso. A partire dalla presenza dell'ex campione del mondo su strada e vincitore del Tour de France nel 2011, Cadel Evans, ritiratosi dalla vita da professionista. In coppia con lui, nella categoria Master, ci sarà un altro ex-stradista di successo come George Hincapie. E c'è da scommettere che non parteciperanno senza dare battaglia, con Evans che ritornerà così al suo primo amore, quella MTB che gli ha riservato tanti successi a inizio carriera. Ha accettato la sfida anche Joaquìm Purito Rodriguez, uno degli scalatori più forti dell'ultimo decennio e in gara insieme a Josè Antonio Hermida.

La parata di stelle, però, non è finita, perchè a mettersi alla prova su una MTB sarà anche Sven Nys: il campione belga di ciclocross, cannibale nella sua disciplina fino al ritiro di due anni fa, tenterà di stupire se stesso e il pubblico facendo coppia con un altro grande ex del ciclocross come Sven Vanthourenhout. Sorprese finite? Nemmeno per sogno, perchè nella categoria mista Thomas Frischknecht (argento olimpico ad Atlanta 1996 e tre volte campione del mondo marathon MTB) pedalerà insieme alla campionessa olimpica Jenny Rissveds. Insomma, roba per palati fini e spettacolo assicurato.

Il faro della corsa élite maschile dovrebbe essere, come un anno fa, la coppia del team Bulls composta da Karl Platt e Urs Huber, dominatori dell'edizione 2016. Kaiser Karl, recordman con 5 vittorie al pari di Christophe Sauser, tenterà di prendersi il primato solitario come numero di successi, sempre che il quasi 41enne svizzero non sia capace di un colpo di coda grazie al contributo di Jaroslav Kulhavy, il partner dei successi 2013 e 2015.

L'edizione di quest'anno, però, dovrebbe essere stellare perchè impreziosita anche da altre coppie di livello mondiale come Pernsteiner-Geysmayr (Centurion), Schurter (campione olimpico)-Stirnemann (Scott-Sram), Fumic-Avancini (Cannondale), Ferreira-Periklis (DMT) e naturalmente Lakata-Hynek (Topeak Ergon). Senza trascurare i nostri Samuele Porro e Damiano Ferraro, che l'anno scorso ottennero un pazzesco terzo posto in classifica generale alla loro prima esperienza nella corsa sudafricana. Inoltre, saranno ben sette i team che avranno un secondo tandem di supporto, chiamato ad aiutarli nei momenti di difficoltà.

Il percorso sarà composto dal solito prologo più sette tappe, per un totale di 691 chilometri e 15'400 metri di dislivello. Una vera e propria maratona, con cinque frazioni che avranno oltre duemila metri di dislivello l'una. Serviranno gambe, concentrazione, tecnica, voglia di vincere e, ovviamente, tanto cuore...


La Cape Epic 2017 sarà in onda in esclusiva da Bike Channel dal 19 al 26 marzo. Ogni sera alle 21:30 trasmetteremo un'ampia sintesi della tappa di giornata, con interviste e retroscena.


Luca Gregorio